Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

mercoledì 26 settembre 2012

Chiuso Zeek Rewards: Si Trattava Di Uno Schema Ponzi ed Aste Scam

La Securities And Exhange Commission degli Stati Uniti, ha chiuso Zeek Rewards.com.
E non si parla di indagini o di sospetti, infatti: “SEC Shuts Down $600 Million Online Pyramid and Ponzi Scheme”.
Ovvero: “il SEC blocca lo Schema Ponzi piramidale online da 600 milioni (di dollari)”.
L’azienda è stata accusata di frode.
Di certo per me era difficile considerare ZeekRewards una compagnia di network marketing, ma migliaia di persone in cerca di opportunità di guadagno, molti dei quali con molta esperienza alle spalle nel network marketing e nella vendita diretta, erano stati attirati dalla società con la promessa di facili guadagni ma come dico sempre inseguire il denaro facile e veloce è la strada che porta al fallimento.
Non esiste nessuna azienda che ti regali soldi in poco tempo per non fare nulla. Esiste sempre un prezzo da pagare, in tempo e sforzi. Se non hai voglia di farlo, le uniche alternative sono l’enalotto e la lotteria.
O provare a rapinare una banca, ma ve lo sconsiglio.
ZeekReward si basava sul concetto di asta online.
Ma nulla a che vedere con Ebay.
Era una sorta di roulette unita al sistema delle aste, in cui l’unico vero beneficiario era chi possedeva la roulette.
Il sistema delle aste online al ribasso è nata come truffa legalizzata e lo sarà sempre, perchè più che un sistema d’asta è un gioco d’azzardo, dove vince solo chi inizia a giocare quando il sito è nuovo e privo di utenze.
Se sei rimasto fregato da ZeekRewards, non demordere.
Lì fuori esistono tantissime attività legittime di network marketing che funzionano da decenni e che vendono prodotti più che legittimi.
Ma impara a distinguere il fumo dall’arrosto.

Riporto di seguito la traduzione dell’articolo sulla chiusura:
“La SEC ha annunciato oggi l’accusa di frode e il congelamento d’urgenza dei beni per fermare uno schema di Ponzi da 600 milioni di dollari sull’orlo del collasso.
Il provvedimento d’emergenza garantisce che le vittime possano recuperare la maggior parte dei loro soldi ed evitare perdite potenzialmente devastanti.
La SEC sostiene che il marketer online Paul Burks di Lexington, NC (Carolina del Nord), e la sua compagnia Rex Venture Group hanno raccolto denaro da più di un milione di clienti su internet a livello nazionale e estero attraverso il sito web ZeekRewards.com, che hanno avviato nel gennaio 2011.
Secondo la denuncia che la SEC ha presentato alla Corte Federale di Charlotte, NC, ai clienti sono stati presentati diversi piani per guadagnare denaro attraverso il programma ZeekRewards, due dei quali prevedevano l’acquisto di titoli sotto forma di contratti d’investimento.
Queste offerte di titoli non erano registrati presso la SEC, come previsto dalle leggi federali in materia.
La SEC sostiene che agli investitori era stato collettivamente promesso fino al 50 per cento dei profitti ntti giornalieri della compagnia, attraverso un sistema di condivisione dei profitti nel quale i clienti accumulavano punti che potevano essere convertiti in denaro.
Tuttavia, il sito trasmetteva la falsa impressione che la società fosse estremamente redditizia, quando, in realtà, i pagamenti agli investitori non avevano alcuna relazione con gli utili netti della società. La maggior parte dei ricavi totali di ZeekRewards e degli “utili netti” pagati agli investitori comprendevano i fondi ricevuti dai nuovi investitori secondo il classico schema Ponzi.
“Le obbligazioni agli investitori eccedevano drasticamente la liquidità di cassa della società, motivo per il quale bisogna intervenire in fretta, salvare i fondi rimasti e garantire un pagamento ordinato e sicuro agli investitori”, ha dichiarato Stephen Cohen, Direttore Associato della “Division of Enforcement” del SEC.
“ZeekRewards ha abusato del potere di internet e ha attratto gli investitori facendo credere loro di di avere un’ opportunità di guadagnare sulla grande novità. In realtà, i loro soldi andavano solo ai precedenti investitori”.
La SEC sostiene che lo schema sia sull’orlo del collasso, ponendo i fondi degli investitori a rischio di dissipazione senza un’azione esecutiva di emergenza. Nell’ultimo mese, ZeekRewards ha incassato 162milioni di dollari, a fronte di un investimento totale degli investitori di circa 160 milioni di dollari.
Se sempre più clienti dovessero scegliere di ricevere i pagamenti in contanti piuttosto che reinvestire il loro denaro per raggiungere livelli più alti nei punti ricompensa, i flussi finanziari in uscita di ZeekRewards potrebbero eccedere il totale delle entrate.
Burks ha accettato di risolvere le accuse della SEC contro di lui senza ammettere o smentire le imputazioni, ed ha accettato di collaborare con un Commissario Giudiziale.
Secondo la denuncia della SEC, ZeekRewards ha pagato fino ad oggi quasi 375 milioni di dollari agli investitori e detiene circa 225 milioni di dollari in fondi degli investitori in 15 istituti finanziari nazionali ed esteri. Questi fondi saranno congelati secondo quanto stabilito dalla corte su richiesta del SEC.
Nel frattempo, Burks ha personalmente sottratto diversi milioni di dollari dai fondi degli investitori mentre Rex Venture e ZeekRewards erano in attività, e ha distribuito almeno 1 milione di dollari ai membri della sua famiglia.
Burks ha accettato di rinunziare ai suoi diritti sulla compagnia e ai suoi attivi, e di pagare una multa di 4 milioni di dollari. Inoltre, il giudice ha nominato un commissario per la raccolta, gestione e distribuzione degli attivi restanti come rimborso per gli investitori danneggiati”.

Nessun commento:

Posta un commento