Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

lunedì 30 settembre 2013

Cos'è il 4K: Super HD (TV)

Il 4K conosciuto anche come Super HD (e chiamato spesso anche Ultra HD), è uno standard emergente per la risoluzione della televisione digitale, del cinema digitale e della computer grafica.
Il nome "4K" deriva dall'inglese 4Kilo che indica l'approssimazione dei suoi circa 4000 pixel orizzontali di risoluzione.
Il fatto che il nome ne descriva la risoluzione orizzontale è l'esatto opposto dei suoi predecessori: il 720p e il 1080p indicano infatti il numero di pixel sull'asse verticale.


COSA COMPORTA?
Nel concreto, cosa significa? Semplice, prendendo in considerazione un display a 16:9 Full HD, questo ricopre soltanto un quarto della porzione di pixel su un area generata da un Ultra HD nelle stesse proporzioni. Ciò significa quindi, che il 4K preso in forma ideale, raddoppia il quantitativo di pixel orizzontale e verticale degli attuali schermi Full HD montati su laptop, nei monitor, e in moltissime TV, risultando quindi quattro volte più definito dei comuni full HD.


VANTAGGI
Il suo vantaggio è quello di fornire una qualità della definizione dell'immagine più alta, immagini più dettagliate e offre la miglior visibilibilità e velocità di riproduzione su grandi formati.
Questo formato non modifica la risoluzione orizzontale, ma modifica il rapporto di scala attraverso la risoluzione verticale.
Ad esempio 4096x2304 è la dimensione del frame 16:9 e 4096x3072 è la dimensione del frame 4:3.
Youtube ha introdotto il supporto dei video 4K a Luglio del 2010.
E' il formato alla massima risoluzione disponibile nel mercato consumer ed ha un grosso potenziale.
E' molto facile che questo formato incrementerà in un prossimo futuro la domanda di nuovi video digitali Youtube.


SVANTAGGI
A questo punto la domanda sorge spontanea: perché non li vediamo in giro?
La prima ragione, come è ovvio che sia, è il prezzo .
Questo salto ad una nuova generazione di definizione su display implica l’utilizzo di componenti unici, decisamente poco distribuiti rispetto ai comuni pannelli Full HD. I palesi vantaggi di 4000 pixel orizzontali si fanno sentire, soprattutto su grande schermo, ma 4000€ per un televisore 4K, ora come ora, sono un po’ tantini, voi cosa ne dite?
Dall’altro lato nella scarsa diffusione di tali prodotti, che al momento non vanno oltre i televisori e i monitor, c’è anche un altro dettaglio probabilmente anche più spiacevole: la mancanza di supporti per i contenuti. I contenuti video in UHD, senza compressione, necessitano di svariati tera di spazio per soli quindici o venti minuti di file multimediale. Le cose migliorano quando subentra la compressione, ma non si risolvono: tramite il codec MPEG-2, un film a risoluzione Ultra HD richiederebbe 100 GB o più di spazio. I film però, capirete bene, necessitano di un supporto ottico per essere venduti, e quindi attualmente l’industria pecca da questo punto di vista, rendendo le nuove generazioni di TV o monitor dotate di display 4K, parzialmente inutili, almeno al momento.
Dunque qualcosa nel nel settore delle memorie deve cambiare.
Le ultime indiscrezioni in merito, portano in evidenza la ricerca su un nuovo supporto ottico con capienza di svariati Terabyte, utili principalmente in questo caso.


SUPPORTI
4K non è affatto fantascienza.
Esistono già svariati i televisori 4K presentati nell’ultimo anno, quindi la predisposizione dal punto di vista della componentistica c’é. I freni dei prezzi elevati e dei supporti ottici sufficientemente grandi inesistenti, rendono latente la diffusione dell’Ultra HD. Questo però dal prossimo anno acquisirà una marcia in più, arrivando dapprima sui televisori e poi sui monitor dei nostri pc.
In un futuro remoto, non è pero assurdo pensare all’arrivo del nuovo standard per i display anche su smartphone e tablet, probabilmente in versione più tendente ad un quantitativo di pixel ridotto rispetto ai 4000 orizzontali. Essi devono però, già da ora, far fronte ad una grande richiesta di energia che la batteria spesso non riesce ad offrire per garantire un’autonomia prolungata, quindi anche in questo caso il 4K sarà condizionato da un mancato supporto dal punto di vista dell’hardware d’appoggio.

Nessun commento:

Posta un commento