Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

giovedì 20 marzo 2014

Come Funziona Un Raspberry Pi

Il Raspberry Pi è un single-board computer sviluppato nel Regno Unito dalla Raspberry Pi Foundation. Il suo lancio al pubblico è avvenuto ad inizio febbraio 2012.
Attualmente, viene venduto in due versioni, al prezzo di 25 e 35 dollari statunitensi.
Il progetto ruota attorno a un System-on-a-chip Broadcom BCM2835, che incorpora un processore ARM1176JZF-S a 700 MHz, una GPU VideoCore IV, e 256 o 512 Megabyte di memoria.
Il progetto non prevede né hard disk né una unità a stato solido, affidandosi invece a una scheda SD per il boot e per la memoria non volatile.
La scheda è stata progettata per ospitare sistemi operativi basati su un kernel Linux o RISC OS.


CARATTERISTICHE
La fondazione distribuisce due modelli, entrambi dotati di 256 megabyte di RAM: il Model A costa 25 USD, ha una singola porta USB ed è privo di controller Ethernet.
Il Model B è equipaggiato con due porte USB ed un controller Ethernet 10/100 e costa 35 Dollari.
Sebbene il Modello A non abbia una porta Ethernet RJ45, può comunque accedere a una rete attraverso la porta USB, facendo uso di adattatori Ethernet o Wi-Fi con alimentazione autonoma.
In maniera analoga ai moderni computer, Raspberry Pi è compatibile con tastiere e mouse generici collegabili tramite porta USB.
Raspberry Pi usa il sistema operativo Linux.
È previsto in futuro che Raspberry sia distribuito in bundle con Debian GNU/Linux, Iceweasel, Calligra Suite e Python.
Raspberry PI non è fornito di un real-time clock, così un sistema operativo deve usare un network time server, o chiedere l'ora all'utente al bootstrap per avere accesso a data e ora per la marca temporale.


USI
Tra i tanti usi un Raspberry Pi può essere usato anche come un piccolo media center collegato in HDMI al televisore, in modo da poterlo utiizzare come streaming di contenuti che sia hanno sul PC ed usare comunque il televisore come monitor per un piccolo computer.
D’altronde, la CPU ARM della Raspberry Pi è ottimizzata per la gestione dei flussi video.
E ancora, se avessimo per caso in mente di fare qualche conto complicato, possiamo fare della matematica complessa sulla nostra Raspberry Pi, usando la licenza gratuita fornita che Wolfram fornisce ai possessori dela board, per far girare Mathematica senza alcuna limitazione.

Nessun commento:

Posta un commento