Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

mercoledì 8 ottobre 2014

Come Funziona I2P (Deep Web)



Invisible Internet Project, o detto più comunemente I2P, è un software Open Source per la realizzazione di una rete anonima.
La prima release di questo software venne lanciata addirittura nel 2003.
I primi anni furono abbastanza difficili con le prime versioni che soffrivano di diversi bug, poi a detta degli sviluppatori piano piano i vari problemi furono corretti.
La rete permette lo scambio di dati, messaggi, navigazione e quant'altro.
Tutti i dati sono avvolti con diversi livelli di crittografia.
Sebbene molti sviluppatori abbiano preso parte alla community di Invisible IRC Project e Freenet, vi sono differenze significative tra i loro progetti e concetti.
IIP è stato un server IRC anonimo centralizzato, Freenet è una rete peer-to-peer decentralizzata, creata per resistere alla censura.
I2P è un livello di comunicazione anonimo peer-to-peer distribuito progettato per eseguire qualsiasi servizio Internet tradizionale (ad esempio, E-mail, IRC, file sharing, Usenet, Web hosting e HTTP, Telnet), così come le più tradizionali applicazioni.
Parliamo ovviamente di una Darknet nella quale senza l'utilizzo del software specifico non è possibile navigare o usufruire dei contenuti.


FUNZIONALITA'
Prima di tutto, come avrete capito, va sottolineato che stiamo parlando di una rete anonima.
I2PTunnel è un'applicazione incorporata in I2P che permette arbitrariamente alle applicazioni TCP/IP di comunicare su I2P attraverso la realizzazione di un "tunnel", al quale si ha accesso attraverso una determinata porta su localhost.
Qualsiasi client Bittorrent può sfruttare la rete I2P per le sue funzionalità, semplicemente configurando il client e il browser e scaricando il file .torrent.
I2P ha una applicazione incorporata chiamata I2PSnark.
iMule è un client multipiattaforma della famiglia *Mule, adattato al network I2P e modellato sul client aMule. Questo client non utilizza più la rete ed2k, bensì solamente la Kad in ambito I2P.


SPIEGAZIONE DI ALCUNI TERMINI
Gli utenti I2P vedranno visualizzati i seguenti termini nella homepage di I2P e nella loro Router Console di I2P:
1) Gli Eepsite sono dei siti web ospitati nella rete anonima I2P.
Generalmente i domini terminano con .i2p come ugha.i2p o orion.i2p. EepProxy può individuare questi siti attraverso l'identificatore di chiavi crittografiche memorizzate nel hosts.txt che si trova all'interno del programma I2P. Normalmente, I2P è necessario per accedere a questi eepsites.

2) L'EepProxy è un programma che gestisce tutte le comunicazioni tra il browser e qualsiasi eepsite. Funziona come un proxy server che può essere utilizzato da qualsiasi browser web.

3) I Peers sono altri utenti o applicazioni che utilizzano I2P e che sono collegati a voi all'interno della rete.
Ogni macchina all'interno della rete condivide l'instradamento e la trasmissione di pacchetti cifrati.

4) IRC, penso che conosciate tutti IRC potete accedervi da I2P e creare un canale anonimo p2p per altre info:
#i2p-help in i2p (anonimo) e #i2p-help in internet (non anonimo)


INSTALLAZIONE
Andate nel sito ufficiale: https://geti2p.net/it/ e scaricate il programma, I2P gira su tutti i principali sistemi operativi.
Poiché è basato su Java, è necessario aver installato prima la Java Virtual Machine.
Ad ogni connessione alla rete I2P è necessario attendere circa 4 minuti, affinché vengano stabilite le relazioni con altri nodi e si possa iniziare ad usare la rete. Per tutelare i suoi utenti, la rete I2P supporta riconfigurazioni dinamiche agli attacchi tesi a compromettere l'integrità e la sicurezza. Inoltre, i nodi della rete (detti anche "router") comunicano tra loro in maniera criptata tramite un certo numero di tunnel , ossia un certo numero di canali monodirezionali per inviare e ricevere dati.
I client della rete (ossia i software utlizzati dagli utenti, tra cui iMule) sfruttano l'allocazione temporanea dei tunnel per scambiare messaggi in maniera del tutto trasparente agli utilizzatori.
Tutti i contenuti che viaggiano nella rete sono protetti da diversi strati di crittografia; in pratica, mittente e destinatario dei pacchetti non sono noti l'uno all'altro, nè a terze parti.
Per Windows, scaricate il file .exe, per avviarlo cliccate su I2P router console e si avvierà sempre il Browser nella pagina del pannello di controllo, qui dovrete configurare il Proxy nelle Opzioni del Browser.
Andate su Modifica/Preferenze/Avanzate/Rete/Impostazioni, spuntate "Configurazione manuale del proxy" e impostate così Proxy HTTP: 127.0.0.1 - Porta: 4444
Indipendentemente dal sistema operativo che usate, dovrete aggiungere l'eccezione nel Firewall per il software altrimenti non parte.
Non parlo solo del Firewall del pc ma anche del Router.


FIREWALLED
Come detto se nel pannello di controllo di I2P compare l'errore "Bloccato Dal Firewall" per stabilire una connessione alla rete anonima, dobbiamo configurare il router.
Per prima cosa schiacciare sul messaggio "Bloccato Dal Firewall" e risalendo la pagina che vi si apre, annotatevi la porta UDP.
Per la TCP lasciate la spunta a "Usa la stessa porta".
Con il browser colleghiamoci alla pagina 192.168.1.1 per aprire l'interfaccia di configurazione del router.
Premiamo il pulsante Configura in alto a sinistra e nella pagina aperta clicchiamo Aggiungi.
Qui, in UDP e TCP potrete aggiungere la porta annotata in precedenza.
Quindi nel menu a tendina Protocollo scegliamo UDP e clicchiamo Conferma/Continua.
Ripetiamo il passo sopra, ma questa volta scegliamo TCP come Protocollo.
Al termine, salviamo le modifiche con Registra modifiche/Continua.
Ricolleghiamoci alla I2P Router Console e, al posto del messaggio Firewalled troveremo la scritta OK, se avete fatto tutto bene.

Nessun commento:

Posta un commento