Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

mercoledì 8 ottobre 2014

Come Funziona Osiris: Creare Siti P2P (Deep Web)


Osiris, detto anche OSPS, è un software freeware tutto italiano per la creazione di siti Web tramite tecnologia P2P.
Qual è la differenza?
Il Web come lo conosciamo noi(blog, forum, siti internet, etc ) si basa su un sistema centralizzato: quando si vuole aprire uno spazio internet, bisogna appoggiarsi a un gestore, che ci metta a disposizione il luogo in cui collocare il nostro sito, spesso a pagamento.
Dovremo registrarlo e il sito sarà intestato a noi: chiunque potrà così sapere chi abbia aperto un sito e chi lo stia gestendo.
 Il sito, inoltre, sarà ospitato su un server centrale, che funzionerà da "motore" e si occuperà di gestire il traffico degli utenti sul sito.
Osiris nasce per rivoluzionare questa concezione.
Seguendo la filosofia del P2P (il peer-to-peer, ossia la condivisione libera di contenuti), Osiris è un programma gratuito, il cui scopo è quello di permettere a chiunque di creare e mantenere un sito internet "peer-to-peer", ossia senza ricorrere a un server centrale, senza pagare l'affitto a un gestore, senza bisogno di registrarsi ed essere schedati come proprietari del sito.
Sito ufficiale: Osiris (Sito Ufficiale)


DIFFERENZE CON I SITI DI TUTTI I GIORNI
La sostanziale principale, rispetto a un sito internet normale, è che un sito creato con Osiris si trova fisicamente nel computer di chi lo visita e lo utilizza: non è da qualche parte nella Rete, ma il suo contenuto è ospitato per intero nel computer dei suoi utenti.
Proprio come succede coi files scambiati attraverso P2P, il sito viene condiviso tra gli utenti che sono connessi e registrati al sito.
Ognuno ha la sua copia e ognuno può modificarla, liberamente, per poi condividerla con gli altri.
Non esiste infatti un amministratore centrale, per i siti creati con Osiris.
In poche parole gli utenti di un sito si autoregolano a propria scelta e il sito stesso è, a tutti gli effetti, un sito autogestito dalla collettività che ne fa parte.
Non c'è censura dei contenuti, è la comunità nel suo insieme che decide cosa inserire e cosa non inserire.
Oltre che anarchico, Osiris è anche anonimo.
Non è infatti possibile risalire all'identità di chi ha aperto il sito e di chi compone la sua comunità, grazie al sistema in cui il sito stesso è progettato.
In questo, non è molto diverso dalla rete Tor: ogni utente di Osiris costituisce un nodo, o anche più nodi, e l'uso di chiavi digitali di crittografia, assieme all'impossibilità di associare un nodo al suo indirizzo IP, rendono inattuabile l'identificazione degli utenti.
Come è ovvio, Osiris funziona meglio quando è distribuito tra molti utenti: più i nodi sono numerosi, più i contenuti sono distribuiti e minore è il traffico per ogni nodo.
All'interno di questa particolare rete troveremo anche un motore di ricerca che indicizza tutti i contenuti.


SCOPO DEL PROGETTO
Come per Tor, un uso tipico di Osiris è per sfuggire alla censura.
Non esistendo un server centrale su cui si trova il sito, non è possibile chiudere o bloccare l'accesso a un sito basato su Osiris, proprio perché si trova su tutti i computer degli utenti che lo condividono. L'unico sistema sarebbe quello di rintracciare ogni utente e sequestrare il suo stesso computer, ma di nuovo questo è ostacolato dalla struttura di Osiris, che impedisce di collegare un utente (ossia un nodo) al suo indirizzo IP.
Se gli utenti di un sito sono 50, allora esisteranno 50 copie di quel sito su altrettanti computer, da cercare e distruggere a uno a uno; se gli utenti sono 1000, le copie saranno altrettante.
Più la comunità di Osiris è grande, più diventa inarrestabile.
Lo stesso principio su cui si basa il P2P di eMule, insomma: più copie esistono di uno stesso file e più sarà difficile un tentativo di farle sparire tutte.
Con Osiris è possibile creare qualsiasi tipo di sito internet, forum, galleria di immagini e quant'altro. E ogni cosa sarà condivisa liberamente tra tutti gli utenti che ne fanno parte, tutti potranno contribuire allo stesso modo.


INSTALLAZIONE
Per prima cosa dovrete scaricarlo dal sito ufficiale.
Osiris esiste sia in versione installabile sul computer, sia in versione "portatile".
In più, c'è anche una estensione per Firefox.
Scarichiamo dunque Osiris, installiamo il programma (e fin qui basta seguire le indicazioni, non c'è nulla di particolare da dire: normale processo di installazione di un programma) e avviamolo per la prima volta.
Ci comparirà adesso una finestra con il wizard per configurarlo.
Cliccando su "Avanti", la finestra successiva ci chiederà di scegliere quale lingua usare per Osiris(c'è anche l'italiano, ovvio).
Possiamo anche scegliere se eseguirlo in automatico all'avvio del computer.
Per non rallentare l'avvio del computer, suggerisco di non eseguirlo in automatico: basterà cliccare poi sull'icona del programma per caricarlo.
Nella successiva schermata dovremo scegliere le porte da abbinare a Osiris ed eventualmente l'attivazione del servizio di UPnP (Universal Plug and Play).
Se siamo in difficoltà, lasciamo le impostazioni così come sono e limitiamoci a testare le porte, per verificare che funzionino, cliccando sul tasto che troviamo accanto alle voci corrispondenti.
Con lo UPnP attivato, dovrebbero funzionare.
Ultimo passaggio, la configurazione di un eventuale proxy, se lo usiamo: dovremo selezionare prima di tutto il tipo di proxy, cliccando sulla freccia in basso nella zona dove compare la parola "Nessuno". Poi, dovremo inserire l'indirizzo IP del proxy alla voce "Indirizzo", la porta a cui si connette alla voce "Porta", più l'eventuale nome utente e password, se si tratta di un proxy protetto da password.
Tutte informazioni che dovrebbero essere in vostro possesso, se usate quel proxy.
Con questo, abbiamo concluso l'installazione e la configurazione di Osiris.


CREAZIONE DI SITI
Dopo averlo configurato a dovere, si aprirà la finestra principale del programma: in alto a destra, troviamo alcuni pulsanti.
Quello più grande, con la freccia che punta verso il logo di Osiris, serve ad aprire l'interfaccia web del programma.
Dei tre pulsanti sotto, i primi due servono ad attivare o disattivare lo scambio di informazioni attraverso Osiris, mentre il terzo (quello con la chiave inglese) serve a modificare le impostazioni di Osiris e ci riporta alle finestre che abbiamo visto in precedenza.
Cliccando su "Crea un portale", possiamo creare un sito internet privo di server.
Cliccando su "Iscriviti a un portale", possiamo entrare a far parte di un sito già esistente e condividerlo, oltre a contribuire ai contenuti del sito.
Per farlo, però, abbiamo bisogno di un link di invito: se siamo iscritti a qualche portale, ci apparirà nella pagina di ingresso e basterà cliccare il link corrispondente per entrare.
Per cercare link di invito, potete controllare il forum di Osiris, sul sito ufficiale.
Osiris è un sistema che funziona attraverso al condivisione di contenuti: più utenti condividono un sito (o portale, come sono chiamati qui), più il sito sarà stabile e attivo.
Se volete quindi aprire un sito con Osiris, vi consiglio prima di tutto di trovare altri utenti che vi supporteranno: creare un sito per se stessi, sconosciuto a tutti, non è proprio in linea con la filosofia di base di Osiris.


Per saperne di più vi rimando anche agli articoli inerenti allo stesso argomento:
Cos'è e Come Funziona Usenet
Come Navigare Nel Deep Web Con Freenet
Guida Deep Web 2013
Navigare Con TOR Browser
Navigare Nel Deep Web Con Una VPN
Configurazione TOR 2013(Per Il Deep Web)
Come Funziona Freenet(Deep Web)
Links Italiani Freenet(2014)
Accedere Al Deep Web Senza Software
Guadagnare Bitcoin(Guida per pagare sul Deep Web)
Darknet: La Rete Oscura
Link Per Il Deep Web(Freenet e TOR)
How To Access Deep Web

Nessun commento:

Posta un commento