Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

mercoledì 5 agosto 2015

La Storia Di John McAfee: Antivirus, Droga ed Arresti

Come si suol dire? Il lupo perde il pelo ma non il vizio.
John McAfee, eccentrico milionario e ideatore dell’omonimo antivirus, è stato nuovamente arrestato. L’uomo, noto per essersi stabilito in Belize alla ricerca della droga perfetta, protagonista di una rocambolesca fuga in Guatemala (difeso da guardie del corpo femminili armate fino ai denti e piene di qualsiasi tipo di droga) prima di essere fermato e in seguito rilasciato (a dispetto delle varie accuse, omicidio compreso), è stato arrestato in Tennessee.
Arrestato in quanto guidava sotto l’effetto di stupefacenti armato di una pistola, regolarmente denunciata.
A suo dire, la colpa è del medico che si era dimenticato di avvisarlo che non si guida sotto l’effetto di psicofarmaci, seppure regolarmente prescritti.


VITA
McAfee figlio di un'impiegata di banca e di un addetto alla sicurezza stradale, il padre, alcolizzato e violento con moglie e figlio, si tolse la vita quando McAfee era quindicenne.
McAfee nel 1969 si laurea in matematica, per poi insegnare presso il Northeast Lousiana State College, dove viene però licenziato per aver avuto una relazione con una delle sue studentesse.
Come detto arrestato per uso di marijuana, viene assunto alla pacific Railroad di Saint Louis, dove programma sistemi per la gestione informatica del traffico aereo.
Dopo un abuso di droga e alcol si unisce ad un gruppo di alcolisti anonimi.
Lavora come programmatore sia per Xerox che per la NASA, nel 1986 viene a conoscenza di (c)Brain (detto anche Pakistani), il primo virus informatico nella storia dei sistemi MS-DOS, ed ha l'idea di creare un software di sicurezza: fonda allora la McAfee Associates, i cui antivirus riscuotono un enorme successo: nel 1992 l'azienda arriva ad essere quotata in Borsa per un valore di 80 miliardi di dollari.
Anche se il noto antivirus mantiene il suo nome dal 1996, esso non ha più niente a che fare con lui.
Nel 2008, McAfee decide di espatriare dagli Stati Uniti poiché a rischio di due cause legali con un dipendente infortunato e per la morte di uno studente nella sua scuola di volo.
Dopo aver venduto le sue proprietà e l'azienda, si trasferisce in una villa in Belize.
Nel paese centroamericano dove investe in alcune attività tra cui una fabbrica di sigari, resta ossessionato dalla lotta al narcotraffico in una piccola cittadina, Carmelita.
Appare folle un reportage di Gizmodo che riporta integralmente salvo alcune modifiche ai nomi delle persone coinvolte, una sorta di delirante "diario segreto" online di McAfee , che con lo pseudonimo di Stuffmonger descrive la sua residenza, l'harem di giovani donne che lo circondano (tra cui una minorenne), una serie di brutte storie legate alle persone che gli sono vicine (gelosie, tentativi di omicidio, rapporti con la malavita locale).
Come se non bastasse, dal 2010 Stuffmonger ha postato costantemente su Bluelight, forum russo sul tema delle droghe.
Tra l'altro, parlando di una droga che avrebbe sintetizzato e dei suoi effetti afrodisiaci, e postando spesso foto del suo laboratorio e dei suoi dubbi esperimenti scientifici.
Una di queste immagini, qui riportata, risale allo scorso anno e mostra l'esterno della residenza tropicale con tanto di bacinella in cui vengono messe ad essiccare sostanze chimiche.
Nel novembre 2012 il vicino di casa di McAfee, Gregory Faull, viene trovato morto, ucciso da un colpo di arma da fuoco.
La polizia sospetta di McAfee, il quale aveva spesso litigato con l'uomo e sarebbe stato coinvolto nel traffico di droga ma McAfee sostiene invece di essere vittima di una congiura e si dichiara innocente.
McAfee teme per la sua stessa vita e si rende irreperibile.
Dopo essere scappato, a dicembre entra illegalmente in Guatemala dove viene arrestato per essere portato negli Stati Uniti e Caballeros(ministro degli esteri del Belize), invia una nota spiegando che McAfee doveva essere interrogato non come sospettato dell'omicidio, bensì solo come persona informata dei fatti.
Giungiamo, infine, ai primi giorni di agosto 2015 dove viene nuovamente arrestato come detto ad inizio articolo.

2 commenti:

  1. Ci starebbe bene il detto tale padre tale figlio. L'antivirus è tanto merda quanto l'ideatore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente, a livello di antivirus, c'è stato di meglio.

      Elimina