Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

venerdì 8 gennaio 2016

Il Mistero Della Stazione Numerica UVB-76 (The Buzzer)

Tra le centinaia, se non migliaia, di stazioni numeriche presenti in Russia, ce ne sarebbe una che sembra non appartenere a questo mondo.
Per approfondire: Storia e Funzionamento Delle Stazioni Numeriche
Un mistero che dura da molto tempo e che sembra non trovare una risposta
Stiamo parlando di UVB-76, anche noto come The Buzzer.
Invece di musica o notizie, queste trasmissioni sono di misteriose voci e rumori che hanno sconcertato gli appassionati radiofonici.

"E’ il primo caso di stazioni numeriche che ha suscitato il mio interesse, perché è molto strano. Personalmente, penso che si tratti di un dispositivo costruito ad hoc che è stato lasciato alla fine degli anni ’70 o ’80 dalle operazioni militari del tempo. Il suo scopo originale è stato dimenticato" afferma l’esperto radio StefanMeyers.

Il Buzzer è dotato di un breve, monotono ronzio, ad una velocità di circa 25 toni al minuto, 24 ore al giorno.
La stazione è attiva dal 1970.
A volte il buzzer si ferma e si sente una voce di un ‘uomo-robot‘ che elenca alcuni nomi e numeri in russo.
Prima "UVB-7-6" e poi "Dmitry, Zenja..." si sente dal ricevitore radio.
Altrettanto improvvisamente, la lettura del messaggio finisce e il ronzio riprende per qualche mese, fino a quando un nuovo messaggio non verrà trasmesso.
Quando la trasmissione è completata, ricomincia ciclicamente.
Per ascoltare uno streaming della stazione: http://websdr.ewi.utwente.nl:8901/


PER QUALE SCOPO E' USATA?
E ‘così strano, alcuni credono che siano spie.
Altri invece ritengono che l’ipotesi non regga e siano contatti provenienti da altri mondi.
Altri ancora parlando di messaggi militare in codice o di un qualcosa che, non si sa come, potrebbe scatenare un attacco atomico (essendo secondo costoro collegato all'arsenale nucleare sovietico).
Nonostante le molte speculazioni, il vero uso di Buzzer rimane sconosciuto.
Secondo Yaroslav Raguzin, uno spotter radio di Mosca, il collegamento è così stabile che potrebbe resistere anche se ci fosse un attacco nucleare.
E' inoltre impossibile decifrare i messaggi trasmessi o, almeno, nessuno c'è mai riuscito.
Tutti i messaggi vocali, però, sono trasmessi nello stesso formato.
Come detto, inizialmente, i messaggi cominciavano con il codice “UVB-76” o “UZB-76”.
Dal 2010, invece, l’inizio è stato cambiato con “MDZhB”.
I radioamatori hanno segnalato che alcuni codici sono stati ripetuti per mesi o anni, per motivi chiaramente sconosciuti.
Il 3 novembre 2001, furono uditi messaggi (in russo) insoliti:
"Io sono 143. Non si riceve il generatore (oscillatore)."Quella roba viene dalla stanza hardware".
Alle 22:25 UTC del 1º settembre 2010, il ronzio venne sostituito da un celebre pezzo di musica classica della durata di 38 secondi estratto dal Lago dei cigni del compositore russo Tchaikovsky.
Quattro giorni dopo, il 5 settembre, alle ore 12:30 UTC, una voce femminile iniziò a contare in sequenza da 1 a 9 in russo; dopo poco più di un'ora, alle 13:39 UTC, venne trasmesso un altro messaggio vocale.
Il 26 gennaio 2011, l’operatore ha letto il codice “ILOTICIN 36 19 69 46”, il quale è stato ripetuto nei quattro mesi successivi.
Ad ogni modo, la frequenza dei messaggio vocali non è regolare.
A volte passano mesi o anche anni tra un messaggio e l’altro.
Per esempio, il 18 marzo 2014, 24 ore dopo che la Crimea aveva votato per l’adesione alla Federazione Russa, l’operatore lesse: “Terrakota. Mikhail Dimitri Zhenya Boris. MDZhB. Mikhail Dmitri Zhenya Boris. 81 26 T-E-R-R-A-K-O-T-A”.


LOCALIZZAZIONE
Per anni la trasmissione sembrava provenire dalla città di Povarovo, vicino Mosca, ma a partire dal settembre 2010, la posizione risulta essere cambiata.
Ora, gli esperti ritengono che il segnale venga trasmesso dalla Russia Occidentale.
La squadra di RT ha indagato arrivando ad un vecchio edificio in rovina.
Egor Piskunov, non ha trovato nessun segno del misterioso trasmettitore, ma è evidente che molte cose sono state portate vie, infatti sul luogo è stata ritrovata una rivista del 2009.
Qualcosa, da qualche parte, continua a trasmettere, e molti continueranno a chiedersi che cosa sia.

Per approfondire l'argomento: Stazioni Numeriche Più Misteriose

Nessun commento:

Posta un commento