Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

giovedì 14 gennaio 2016

La Maledizione Di Madden: Videogame NFL (1999-2016)

Un tempo gli atleti americani temevano la cosiddetta "Maledizione della copertina" (in particolare di Sport Illustrated).
Nell'era della multimedialità invece il tutto pare si sia trasferito sulla copertina del videogioco più famoso e venduto della NFL: la serie Madden della EA Sports.
La credenza che si è venuta a creare è quella che il giocatore raffigurato come testimonial del videogame andrà incontro ad infortuni o brutte stagioni.
Fino al 1998 la casa produttrice si era affidata unicamente all'immagine di John Madden, ex coach di successo ed ex commentatore televisivo.
Dal 1999 ad oggi sono apparsi sulla copertina stelle della NFL.


MADDEN 1999
Garrison Hearst, RB dei S.Francisco 49ers compare sulla copertina della versione venduta fuori dagli Stati Uniti e festeggia rompendosi la caviglia nel Championship Game contro i Falcons rimanendo fuori dai campi per due anni.


MADDEN 2000
La copertina doveva essere di Barry Sanders, RB dei Detroit Lions, che però improvvisamente annuncia il suo ritiro (e cede il posto a Dorsey Levens RB dei Green Bay Packers).
Nelle prime copertine del gioco si vede proprio Sanders alle spalle di Madden.


MADDEN 2001
Eddie George, RB dei Tennessee Titans sembra invertire la tendenza disputando una buona stagione (16 touchdown), ma commette l’errore decisivo (fumble) quando palleggia un passaggio che finisce nelle mani di Ray Lewis e costa alla sua squadra il Divisional.


MADDEN 2002
Daunte Culpepper, qb dei Minnesota Vikings disputa una pessima stagione colpito da un infortunio al ginocchio.


MADDEN 2003
Nessun infortunio qui ma Marshall Faulk, RB dei St.Louis Rams, non raggiunge le 1000 yard corse in stagione (dopo averne corse più di 1300 in ognuna delle quattro stagioni precedenti) e la sua squadra passa da un incredibile record di 14-2 a 7-9!


MADDEN 2004
Michael Vick, QB degli Atlanta Falcons, cinque giorni dopo l’uscita del gioco si rompe una gamba in una partita di preseason!


MADDEN 2005
Ray Lewis, forte LB dei Baltimore Ravens, per la prima volta in carriera non intercetta neanche un pallone.
Squadra detetrice del titolo che non si qualifica per i playoff.


MADDEN 2006
Donovan McNabb, QB degli Eagles, festeggia la copertina con un ernia alla prima partita e menisco e legamenti a novembre.


MADDEN 2007
Shaun Alexander, RB dei Seattle Seahawks finisce in copertina con una stagione fantastica alle spalle.
Dopo l’apparizione Shaun si rompe un dito del piedi e non gioca sei partite non raggiungendo le 1000 yards corse in stagione per la prima volta dal 2000.


MADDEN 2008
Vince Young, QB dei Titans disputa un’onesta stagione e anzi deride pubblicamente la fama di copertina maledetta del videogioco.
Due infortuni gravi, l'anno successivo e nel 2010, gli hanno fatto cambiare idea.


MADDEN 2009
Copertina dedicata a Brett Favre.
Brett firma con i Jets e porta a casa una stagione pessima, uno scandalo sessuale e un infortunio alla caviglia.


MADDEN 2010
Doppio volto in copertina, Larry Fitzgerald e Troy Polamalu.
Fitzgerald porta a casa una buona stagione ma Troy si becca un infortunio al crociato collaterale prima e posteriore poi che gli faranno saltare gran parte della stagione.


MADDEN 2011
Drew Brees reduce dalla vittoria con MVP nel Super Bowl vuole confermarsi al top della lega.
Infortuni? No, ma ben 22 intercetti: stagione che dire mediocre è poco.


MADDEN 2012
Peyton Hillis si presenta ai nastri di partenza della stagione con 1200 yards corse e 11 touchdown nel 2010 e la stagione della conferma è piena di infortuni e di problemi di spogliatoio tanto da portarlo ad andare via dai Brown.


MADDEN 2013
Calvin Johnson sembra essere l’eccezione alla regola perchè disputa una buona stagione, nonostante la pessima stagione complessiva dei suoi Lions.
A fine stagione Johnson ammette di aver giocato diverse partite con tre dita rotte.


MADDEN 25 (2014)
L’edizione che celebra il quarto di secolo vede in copertina Barry Sanders che batte Adrian Peterson nella votazione su internet.
Il RB dei Vikings finisce sulla copertina dell’edizione per console e festeggia con un infortunio all’anca che non gli permette di giocare le ultime partite della stagione.


MADDEN 2015
Nella votazione su internet Richard Sherman, DB dei Seattle Sehawaks, batte Cam Newton (QB dei Carolina Panthers), con il 56% dei voti contro il 44% e si guadagna il diritto della cover.
Sfata forse la maledizione ma il Super Bowl sfumato contro i Patriots (intercetto in end zone di Butler su lancio di Wilson) grida ancora vendetta.


MADDEN 2016
Stavolta viene scelto Odell Beckham Jr dei New York Giants.
I Giants disputano una discreta stagione, Beckham per non sfatare completamente la maledizione perde il controllo dopo un contatto con Josh Norman dei Carolina Panthers: lo rincorre e lo colpisce violentemente con una testata casco contro casco.
Viene sospeso e fatto praticamente a fette da tutti i media (sportivi e non).


Per altri articoli:
La Storia Delle Console: Dagli Anni 60 Al Nuovo Millennio
Primi Videogiochi Della Storia: Anni 50, 60 e 70
Migliori Videogiochi Degli Anni 80
Migliori Videogiochi Degli Anni 90
Classifica Peggiori Videogiochi Di Sempre
Classifica Dei Videogame Più Violenti e Diseducativi Di Tutti I Tempi
Leggende Metropolitane Sui Videogame

2 commenti:

  1. Su ask ti avevo chiesto tempo fa se avevi scritto mai qualcosa sulla maledizionwe madden e tu in risposta avevi detto che non ritenevi fosse una curiosità attendibile e perciò non avevi voluto scrivere niente, la Verità? Non la conoscevi neanche e guarda un pò, ora ci scrivi qualcosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai scritto che non fosse interessante ma che fosse "costruita", visto che in alcuni casi ci sono delle palesi forzature per far quadrare le cose.
      Per il resto seguo la NFL da più di 10 anni, tifo Green Bay Packers, se n'è spesso parlato pure sui quotidiani americani (SI in primis) figurati se non la conoscessi.

      Elimina