Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

venerdì 23 settembre 2016

Peter Scully e I Video Della No Limits Fun (NLF)

Come tutti saprete nel 2011, Peter Scully creatore di Daisy's Destruction fuggì dall'Australia alle Filippine, dopo essere stato accusato di più reati di frode.
Dall' isola meridionale delle Filippine venne accusato di aver creato una rete internazionale di pedofili e assassini identificati sotto il celeberrimo nome di "No Limits Fun (NLF)".
Di cosa si tratta? In poche parole di un'organizzazione che in cambio di denaro (dai 100 dollari ai 10.000) vendeva Snuff Movies e video di torture varie (per approfondire Snuff Movies Sul Deep Web: Europol Conferma).
Alcune ragazze riuscirono a fuggire da questo inferno, dicendo alla polizia che venivano filmate nude ed abusate, mentre Peter riprendeva il tutto.
Il 20 febbraio 2015, Scully viene arrestato nella città di Malaybalay, dopo che gli investigatori appostati nei pressi dell'abitazione da 3 settimane scoprirono i resti di una ragazza adolescente (Rosie) sepolta sotto terra in un appartamento affittato in precedenza.
Oltre ai resti, la scena che le forze dell'ordine trovarono davanti fu agghiacciante: altre due ragazze erano state legate con delle catene.
Anche la partner di Scully, prima di mettersi in combutta con la compagnia NLF, era stata vittima di abusi da piccola.
Tra le protagoniste del video, nei panni della carnefice, troviamo appunto Angel Avarez (ai tempi 17enne).
Attualmente Scully è imprigionato nelle Filippine e condannato all'ergastolo, anche se per lui a gran voce è stato chiesta la condanna a morte (tuttavia la pena di morte nel paese è stata abolita nel 2005).


COME VENIVANO SCELTE LE VITTIME PER I VIDEO
Scully e altri complici attiravano le loro vittime scegliendole tra le classi più disagiate e povere.
La compagnia prometteva di mandarli a scuola e di dar loro da mangiare.
La NLF aveva clienti soprattutto in Europa, USA, Australia.
Tra i complici anche altre donne, direttamente responsabili dell'omicidio/tortura di diverse ragazze/i minorenni protagonisti nei video e un uomo (poi presumibilmente fuggito in Europa).
In poche parole la NLF vendeva sul Deep Web i video girati da Peter Scully e company.
Scully con la sua partner Angel Alvarez ha abusato e violentato almeno 13 ragazze sotto i 15 anni di età.
Lo stesso ha confessato che i suoi video rispettavano ciò che i clienti chiedevano, perché incarnavano le fantasie sessuali di chi comprava quei video.
Forse il tutto iniziò sul noto e famigerato sito chiamato Lolita City (accessibile solo tramite TOR).
Altri video girati dalla compagnia: Dafu Love Green Ball (quest'ultimo molto presunto, probabilmente non esiste. La cosa certa è che la compagnia ha venduto diverse decine di video raccapriccianti).

Nessun commento:

Posta un commento