Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

martedì 28 marzo 2017

L'Arresto DI Matthew Graham e Grant McCoole: Hurt 2 The Core e The Love Zone (Deep Web)

Matthew David Graham, meglio conosciuto sul Deep Web come Lux, venne dichiarato colpevole di 13 casi inerenti pedopornografia.
Fu il braccio destro di Peter Scully (accusato di stupri, torture, traffico di essere umani ed omicidi), i due crearono il celeberrimo e tristemente famoso video Daisy's Destruction.
Residente a Melbourne, oggi 24enne, gestiva 8 hidden service di cui i più famosi erano "Hurt 2 Core", "Love 2 The Core" e "PedoEmpire" (oltre 3 milioni di visite globali e 1000 utenti attivi sul primo).
Questi siti erano ad accesso ristretto (per farne parte si doveva inviare immagini e video a tema).
Inizialmente hostati su Freedom Hosting (poi chiuso dalla FBI nel 2013), poi fece tutto da sè.
Graham pare che provò a vendere alcuni video addirittura a 900 Bitcoin (che detto così, essendo molto volatile il valore dei BTC, non vuol dire niente... ma si parla di diverse migliaia di euro).
Il quotidiano australiano, theage.au, sottolineò come Graham probabilmente sino ai 18 anni non compì alcuna attività illegale per quanto riguarda la pedopornografia.
Giocava a World Of Warcraft ed era un normale lettore di 4chan.
Quando Anonymous nel 2011 scrisse un post su 4chan dove progettava di attaccare il sito di CP Lolita City (sempre accessibile solo con TOR), s'incuriosì ed imparò ad usare TOR Browser.
Più tardi, quando finì il liceo, frequentò la Trobe University (campo delle nanotecnologie): è più o meno in questo periodo che diede il là al sito succitato.
La polizia descrisse Graham come un delinquente "a distanza".
Nel senso che si occupava della gestione degli hidden service piuttosto che dell' abusare fisicamente dei bambini.
Tuttavia, la sua cosiddetta "carriera" finì quando decise di chiudere il sito (Hurt 2 The Core) nel giugno 2014.

Lux pubblicò un annuncio ufficiale di addio sul sito suddetto:
"Come sempre, tutti gli imperi alla fine cadono e oggi è il giorno della caduta.
Dopo anni di gestione di hidden service di CP, oggi è il giorno in cui lascio. 
Ci sono questioni personali dietro.
...
Addio :)
Saluti,
Lux"

Anche se come abbiamo visto mise il sito "down" lasciando probabilmente le Darknet, Lux verrà arrestato poco dopo grazie ad un'indagine congiunta della FBI, della polizia federale australiana, di Victoria Police Task Force Astrea, della polizia canadese ed Europol.
Catturato, Graham si dichiarò subito colpevole della gestione di questi siti (inoltre incoraggiò e fece consulenza riguardo il rapimento, lo stupro e l'uccisione di una bambina russa di 5 anni e di una inglese disabile di 7 anni).



GRANT MCCOOLE E THE LOVE ZONE
Un altro admin di un sito simile fu collegato a Lux: si tratta di Grant McCoole (33), anche noto come Skee.
Accusato di aver abusato sessualmente di 7 bambini, anche lui gestiva un sito simile sul Deep Web (The Love Zone).
Graham fu accusato di aver fornito materiale di CP sul sito di Skee.
Questo sito aveva registrati più di 47000 utenti.
Dopo una pausa forzata nel 2014 per manutenzione, il sito tornò online nel 2015.
In realtà Skee fu arrestato a dicembre 2014, il sito tornò online probabilmente gestito dal FBI.
McCoole verrà condannato a 35 anni di prigione.
A casa di McCoole, le forze dell'ordine trovarono più di 100.000 immagini e circa 600 video (oltre ad altri file multimediali inerenti l'abuso di minori).


L'UOMO DI CRANBOURNE
Un altro uomo ai tempi di 27 anni (di Cranbourne precisamente), ora in carcere, era legato allo stesso Graham.
Graham avrebbe aiutato l'uomo di Cranbourne a fuggire, dopo che quest'ultimo era stato accusato di abusi sessuali dal 2010 al 2014 nei riguardi di una bambina di 5 anni che in un'immagine fatta girare sulle Darknet manteneva un cartello in mano con su scritto "Lux".

Nessun commento:

Posta un commento