Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

domenica 5 marzo 2017

Soldi Nascosti Nel Deep Web? Il Caso Del Venditore "Afterhour" Di Silk Road

Il caso di "Afterhour", uno dei più grandi venditori di Silk Road e in generale delle Darknet, sta facendo abbastanza discutere.
Gli investigatori di Brandeburgo sostengono che il citato era tra i venditori di maggior successo del market.
Eppure, non è stato possibile recuperare i soldi guadagnati in modo illegale dal venditore.
Secondo le informazioni emerse durante l’udienza nel mese di febbraio, l’uomo negli anni ha venduto una quantità significativa di farmaci e droga sulle Darknet.
Per lo più cocaina.
I pubblici ministeri hanno dovuto addirittura fermare l’indagine in quanto il denaro si è rivelato impossibile da trovare.
Il venditore era il leader di un gruppo di 4 persone.
Tutti oltre i 30 anni, dietro "Afterhour" si nascondeva un 31enne di nome Mark W. che ha generato oltre 2 milioni di dollari di vendite tra aprile 2012 e luglio 2013.
Il capo investigatore, noto come Thomas P., ha ribadito che Afterhour crebbe e divenne uno dei più grandi venditori su Silk Road Market in fretta.
Ancora oggi, Afterhour viene inserito al quarto psoto nella lista dei venditori più popolari delle Dark Net dai tempi di Silk Road.
Thomas P. ha messo in discussione il numero proposto dall’ FBI americana riguardo il guadagno illecito: "Se questo è l’intero ammontare o un importo inferiore o superiore, solo l’imputato sa"
Il capo investigatore crede che Mark W. sia stato anche il banchiere del gruppo.
Infatti Mark conosceva e si occupava di Bitcoin molto bene, per questo motivo probabilmente ha conservato il denaro in un portafoglio Bitcoin e dubita della capacità di chiunque di trovare i soldi.
Del resto i soldi di Mark W. potrebbero essere stati depositati in un Wallet Cloud o in un hidden service con un portafoglio virtuale integrato.
I funzionari della LKA (Landeskriminalamt polizia tedesca) hanno rivelato che anche loro, non hanno avuto successo nella ricerca del denaro.
L’imputato, Mark W., ha detto agli investigatori che i Bitcoin sono rimasti in un portafoglio hostato su Silk Road Marketplace.
Anche se la dichiarazione sembra non convincere del tutto, rimane il fatto che nonostante la loro lunga ricerca, le forze dell’ordine si sono ritrovate a mani vuote.
Dopo la comparizione in tribunale, Thomas P. ha spiegato che la condanna sarà severa, ma Afterhour rimarrà comunque un uomo ricco, in prigione però.

Nessun commento:

Posta un commento