Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

lunedì 24 aprile 2017

Airbus Group Lancerà I Taxi Volanti A Fine 2017

Airbus Group sarebbe pronta a lanciare Vahana, il primo prototipo di auto volante a guida autonoma pensata per portare un singolo passeggero o pacchi.
In altre parole una "Car Sharing" ma dei cieli.
Era il 1962 quando nel cartoon “Pronipoti” (The Jetson) si parlava del 2063 come anno della diffusione delle auto volanti, e a distanza di oltre 50 anni, evitare ingorghi e code semplicemente sorvolandoli non è più esclusivamente fantascienza.
L'idea è di creare un auto volante che possa essere comodamente prenotata tramite app installata su smartphone.
Il progetto al momento è ancora allo stato embrionale, e tutti gli sforzi degli ingegneri e degli scienziati di Airbus (specializzato nella costruzione di elicotteri civili e militari) sono finalizzati a trovare il modo migliore per unire guida autonoma e intelligenza artificiale per realizzarlo in concreto.
Secondo studi a Londra gli abitanti perdono circa 35 giorni l’anno bloccati nel traffico, a San Paolo si è creata una fila di macchina di oltre 340 km, senza parlare di altre metropoli quali Tokyo o Pechino. E nel 2030 lo scenario sarà decisamente peggiore, secondo Airbus, tenendo conto dell’espansione delle città, uno scenario che l’azienda ha deciso di prevenire mettendo a punto tre progetti:

1) Vahana, l’auto volante in Car Sharing (per 1 singolo passeggero)
2) Skyways, una serie di infrastrutture che rendano possibile il volo dei mezzi sulle città (attualmente nessun paese al mondo consente ai droni con pilota a distanza di sorvolare ambienti urbani)
3) Il City Airbus, una sorta di autobus dei cieli più veloce (cioè pluripasseggeri) e “green” rispetto alla versione tradizionale
La divisione è chiamata Urban Air Mobility, incaricata di mettere a punto una macchina con decollo e atterraggio verticali, da uno o più posti.
Obiettivo dichiarato è quindi quello di entrare da protagonista nel business futuro dei taxi volanti elettrici.
Un pò quello che sta provando a fare Uber, intenta a sviluppare il servizio di trasporto “Elevate” annunciato tempo fa.
A cui sono seguiti anche gli esperimenti della NASA e Pentagono.


Nessun commento:

Posta un commento