Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

sabato 25 novembre 2017

Chi Furono I Responsabili Del "Max Headroom Incident"? Alcune Confessioni

Il 22 novembre 1987, ormai 30 anni fa quindi, durante una puntata di Dr.Who si verificò un episodio strano e inquietante sulla TV WTTW-11 di Chicago (affiliata a PBS): un soggetto mai identificato (ancora oggi) hackerò le frequenze del canale.
Le immagini televisive furono sostituite da un losco figuro mascherato da Max Headroom (personaggio di una serie TV futurista, molto in voga in America negli anni 80).
Dichiarazioni bizzarre, spesso incomprensibili, insulti, messaggi politici.
Ad oggi, il modo in cui gli autori hanno dirottato la trasmissione della stazione televisiva è sconosciuto e il colpevole non è mai stato identificato.
In realtà si trattava di più individui (almeno tre) che molto probabilmente s'introdussero negli studi televisivi (o almeno questa fu una delle prime teorie).
La Federal Communications Commission e l' FBI rapidamente lanciarono l'allarme promettendo di rintracciare ed arrestare i responsabili, prima che potessero perpetrare altri attacchi.
In realtà il tutto si concluse con un nulla di fatto.
Tutto ciò che rimane oggi è una registrazione video dell'evento e un mistero intrigante che ha lasciato perplessi i residenti della Windy City per oltre tre decenni.
Qui sul blog se n'è già parlato in passato (Interferenza Di Max Headroom) ma vediamo di fare luce sulla vicenda, riportando una confessione uscita su Reddit qualche anno fa.


LE INDAGINI PRELIMINARE
Quasi certamente i responsabili dell'attacco si trovavano nel centro di Chicago, vicino al collegamento satellitare di WGN e quelli a microonde di WTTW.
Forse venne utilizzato un bankroll per condurre l'attacco (è stato stimato un costo superiore a $ 25.000 dollari nel 1987).


INDIZI SULLE BBS
Pochi giorni dopo che il segnale venne dirottato, un potenziale indizio apparve su una bacheca BBS underground quando un utente del forum spiegava come il segnale televisivo era stato dirottato.
Il 30 novembre 1987, un utente conosciuto come "The Chameleon", fornì una spiegazione che includeva molti dettagli.
A detta di tutti: solo i perpetratori dell'attacco avrebbero potuto avere una conoscenza così approfondita.

"Difficilmente l'attacco avvenne all' interno degli studi. Hanno semplicemente puntato il trasmettitore sullo stesso transponder utilizzato da WGN, utilizzando una potenza maggiore. 
Il segnale non deve nemmeno essere significativamente più alto, basta poco più, e il segnale WGN è eclissato. È una di quelle cose che in teoria non dovrebbe funzionare, ma in realtà funziona. Benvenuti sulla Terra, dove tutto ciò che sai è sbagliato"


CONFESSIONE DI UN UTENTE DI CHICAGO
Alla fine del 2010, un utente (residente a Chicago ma non identificato) pubblicò una lunga storia su Reddit, affermando di conoscere le identità dei colpevoli del Max Headroom Incident (il nome ufficiale dato dagli investigatori).
A parlare è un ex navigatore di BBS che descrisse questi due "personaggi" ritenendo fossero gli Hackers che presero il controllo della stazione televisiva.
Rifiutandosi di rivelare le loro vere identità, descrisse il comportamento bizzarro e la vita dei due.

"Credo di sapere chi c'era dietro il" Max Headroom Incident "accaduto sulla TV di Chicago nel 1987. 
Quando ero un adolescente, alcuni miei amici erano nella scena locale di phreaking/hacking. 
Erano molto più grandi di me (scuola superiore o universitari), ma mi accettarono tra di loro. 
A loro piaceva il fatto che li guardassi come punto di riferimento.
In ogni caso, passai innumerevoli ore / notti con loro su BBS locali e sistemi di chat dial-up.
Nella maggior parte dei casi, li conoscevo solo dal nick, ma alcuni li conoscevo di nome nella vita reale. 
Due di questi erano fratelli. Questo è il fulcro della storia. 
Ricordo ancora quali sono i loro nomi completi, ma non penso che sia una buona idea condividerli qui pubblicamente. 
Ci sono un paio di motivi per ciò.
Innanzitutto, le forze dell'ordine potrebbero voler ancora parlare con loro e con "J" (che chiamerò così) in particolare (uno dei due fratelli ed autore dell'attacco). 
Non voglio disturbare le loro vite. 
Inoltre, non ho prove complete. Solo un mucchio di prove circostanziali, anche se ho provato di recente a contattarli per chiedere loro privatamente senza fortuna.
Comunque, torniamo alla nostra affascinante storia d'infanzia. 
Le persone che erano nella scena hacking ai tempi sono praticamente lo stesso tipo di persone che si trovano nella scena oggi. 
Ragazzi che vivono nelle cantine dei loro genitori, ragazzi affascinanti / brillanti che s'i incontrano da Denny's fino a quando gli viene chiesto di andarsene.
Uno di questi ritrovi era in un appartamento a LaGrange, un sobborgo di Chicago, nell'inverno del 1987. 
"K" (fratello di J) viveva in un appartamento condiviso con la sua ragazza, insieme a un compagno di stanza (anche lui hacker) che noi chiameremo "M". 
K e la sua ragazza vivevano in metà dell'appartamento e M viveva nell'altra metà. 
J ha vissuto con i suoi genitori e non si è mai trasferito. 
Credo che J e K fossero originari di Downers Grove o Darien. 
Comunque, l'appartamento si trovava in un grattacielo dall'aspetto piuttosto malandato, forse alto 4-5 piani, situato a pochi passi da una pizzeria.
K era un tipo tranquillo. 
Anche se viveva in questo appartamento con la sua ragazza, spesso si prendeva cura del fratello maggiore J, che viveva ancora a casa. 
J, aveva una forma di autismo abbastanza grave, era fondamentalmente...pazzo, anche se in realtà era piuttosto divertente. 
Il suo senso dell'umorismo era disturbante, di natura sessualmente deviante. Non era molto simpatico, ma era divertente. Il tipo di persona che ti farebbe sentire a disagio nel vederlo seduto accanto a un bambino, ma dopo un po' lo avresti comunque accettato come uno del gruppo (una volta compreso che i suoi modi erano strani ma fondamentalmente innocui). 
Le battute sporche erano divertenti, almeno per me quando avevo 13 anni.

[Questa è la prima prova che ho: se notate nel video dell'interferenza si vede anche una donna che con uno scacciamosche colpisce il sedere del tizio mascherato .Questo è il genere di umorismo che J ha sempre amato. Tutte le sue battute, costantemente, hanno coinvolto qualcosa di infantile e/o sessualmente deviante. Il video, a tutti gli effetti, è un perfetto riflesso del senso dell'umorismo di J]

Quel pomeriggio J era presente alla festa nell'appartamento. Non ho parlato direttamente con lui, ma ho sentito per caso di cosa stavano parlando gli altri. 
Si riferivano a J che pianificava di fare qualcosa di "grosso" durante il fine settimana. 
Ricordo quella parola, "qualcosa di grosso", perché suscitava la mia curiosità su ciò che poteva essere considerato "grande" per i loro standard. 
Più tardi parlai con loro durante la cena a Pizza Hut e qualcuno (probabilmente K) mi disse di "guardare Canale 11 sul tardi". 
Alla fine della serata, io e un mio amico venimmo accompagnati a casa da J. 
Guidava una piccola auto da corsa con dentro un sacco di manuali istruttivi militari. 
Ho provato ad iniziare una conversazione con lui. Non ha mai risposto a nessuna delle mie domande. Aveva i suoi argomenti di cui voleva parlare. 

Io: "Ehi, J ****? Quanti anni hai comunque?"

J: "Oh. Sai perché ti ho detto di non sederti sul sedile anteriore? "

Io: Uh...Perché?

J: "Oooh, nel caso tu avessi detto qualcosa di stupido!"

Io: "Cosa intendi?"

J: "C'è una sorpresa sotto il sedile per le persone che dicono qualcosa di stupido! Oooh, o se dici qualcosa di stupido!"

Io: "Eh?"

J: "Che programmi TV guardi?"

Io: "Non guardo la TV"

J: "Ehi, ho fame. Ooooh, spero che tu non dica qualcosa di stupido"

Quello che sto cercando di illustrare qui è che J quando parlava spesso passava da un discorso all'altro, a caso. Non ha mai mantenuto una linea di conversazione chiara. 
Questo ci porta al prossimo paio di prove circostanziali. 
Se guardi il video, la persona dietro la maschera salta da un argomento all'altro esattamente nello stesso modo di J. Il problema è che non ho mai parlato con J, a parte quella volta, ma il suo modo di parlare era in linea con il tipo di manierismi verbali del ragazzo che si nascondeva dietro maschera. Dove molte persone direbbero "um" in conversazione, J invece diceva "Oh" in varie tonalità. "Oooooh" se non sapeva cosa dire.
Durante il viaggio verso casa abbiamo parlato di alcuni suoi hobby. Era molto orgoglioso di una radio che aveva acquistato di recente e di un'altra (della polizia) che aveva hackerato. 
J sapeva molto non solo sullo spettro della trasmissione, ma anche sull'elettronica. 
Per definizione, J era un hacker di segnali e frequenze.
Ecco dove il mio ricordo d'infanzia di J inizia a svanire. 
Non ricordo in quale circostanza di aver sentito che amava leggere i giornali. 
Era una delle sue peculiarità. 
Forse è per questo che il tizio mascherato nel video menziona ripetutamente giornali.
Come prova approssimativa, si può dire che Clutch Cargo era un cartone dei primi anni '60. 
Solo qualcuno nato negli anni '50 sarebbe stato in grado di cantarne la sigla. 
Se J aveva circa 30 anni nel 1987, allora avrebbe avuto senso.
Questo è tutto ciò che so. Per me, l'uomo dietro la maschera sembra a tutti gli effetti essere J. 
Il "fratello" menzionato nel video è suo fratello K. 
La donna inquadrata è probabilmente la fidanzata di K, che potrei o non potrei avere mai incontrato. Non penso comunque quel giorno"

A meno di confessioni negli anni futuri, dopo oltre 30 anni, questa storia rimane uno dei più grandi misteri e ben difficilmente si potrà mai fare luce sulla faccenda.

Nessun commento:

Posta un commento