Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

giovedì 30 ottobre 2014

Cos'è e Come Funziona Omegle


Omegle è una chat/videochat lanciata nel 2008 di cui recentemente si sente molto parlare anche in italia, ma che ha ottenuto gran parte del suo successo negli Stati Uniti.
Sviluppato dall’allora diciottenne Leif K-Brooks, Omegle ottenne immediatamente successo raggiungendo 150 mila visite al giorno in meno di un mese dal suo lancio.
Lo slogan ufficiale del sito è: “Talk With Strangers” ( “parla con degli sconosciuti”) e questo slogan descrive piuttosto bene quello che è l’obbiettivo primario del sito e la ragione per cui è stato creato.
Omegle vuole infatti mettere in contatto un utente con uno sconosciuto permettendo un interazione libera oppure su un certo argomento già predefinito, senza bisogno di registrarsi.


COME FUNZIONA
Gli utenti di Omegle si indentificano anonimamente come You e Stranger proprio secondo lo slogan del sito.
Per iniziare a chattare non vi sarà richiesta alcuna registrazione e vi sarà possibile contattare i cosiddetti “stranieri” in forma solo testuale (quindi chattando normalmente) oppure usando la modalità video (che ci permette di essere visti e vedere la cam del nostro interlocutore).
Nella sua modalita video Omegle.com non sembra molto differente dal più noto Chat Roulette eppure presenta delle possibilità ulteriori rispetto a quest’ultimo.
Su Omegle vi sarà infatti possibile specificare un argomento (o un interesse) su cui desiderate dibattere prima ancora che il vostro interlocutore subentri nella chat o videochat.
Questo permetterà allo “sconosciuto” di scegliere se è davvero interessato a tale argomento oppure se preferisce parlare di altro.
Per il resto la videochat è piuttosto simile a quella di Chatroulette e potremo cambiare con un semplice click il nostro interlocutore oppure passare un po’ di tempo a discutere di un argomento per noi interessante.
Solitamente uno dei primi messaggi che vi saranno rivolti una volta entrati in chat sarà ASL che è l’acronimo di age, sex, location (età, sesso, luogo), in pratica vi sarà richiesto di parlare un pò di voi prima di iniziare il dibattimento/confronto.
Una nuova opzione recentemente introdotta da Omegle.com riguarda la “funzione spia” che vi permetterà di spiare gli altri utenti che chattano a proposito di una certa tematica senza essere visti.
Omegle possiede il sistema antispam reCAPTCHA, che consiste in una periodica interazione con l’utente proprio per evitare messaggi spam inviati da sistemi automatici.
Il sito non è adatto ai minori di 18 non accompagnati, ma non vi è praticamente alcun controllo effettivo, soltanto un disclaimer.
Inoltre, la videochat non ha a disposizione un filtro per contenuti inappropriati pertanto minori potrebbero trovarsi a visualizzare del materiale inadeguato o sessualmente esplicito senza la possibilità di controllo.
Per quanto riguarda gli indirizzi IP, per legge è previsto che siano memorizzati fino a 120 giorni dall’utilizzo.

lunedì 27 ottobre 2014

Blackphone: Il Telefono Anti-Intercettazioni

Blackphone, è un nuovo Smartphone.
La particolarità sta nel fatto che è un telefono anti intercettazioni.
Esteticamente il telefono non è eccezionale: tutto nero come suggerisce il nome, ha un monitor da 4,7 pollici HD e IPS, CPU di almeno 2 GHz, 2 GB di Ram, camera frontale con 8 MegaPixel e flash, 16 GB di memoria e connettività LTE, HSDPA+ e Bluetooth 4.0.
Il processore è Nvidia Tegra 4i a 2 GHz, assistito da 1 GB di RAM.
La memoria interna da utilizzare per app, foto e video è di 16 GB espandibile.
Lo schermo è da 4.7 pollici IPS e ha una risoluzione di 720 x 1280 pixel.
Inoltre il telefono è compatibile con le reti 4G in Europa.
Il prezzo si aggira intorno ai 455 Euro.


SICUREZZA CON PRIVATOS
Gli sviluppatori hanno modificato il sistema operativo principale, Android 4.4 KitKat, introducendo nuove misure di sicurezza.
Il risultato è PrivatOS, un sistema che utilizza i server di Silent Circle per crittografare le comunicazione che avvengono sul dispositivo, ma solo quelle che sfruttano i servizi dell’azienda produttrice.
In poche parole se vogliamo inviare un semplice SMS, un messaggio di chat o un video messaggio, non saremo certi di non essere spiati se non lo facciamo utilizzando le specifiche app di Silent Circle.
Per questo, negli USA, chi acquista il Blackphone riceve tre licenze di un anno per sfruttare i servizi di Silent Circle, permettendo anche ad amici e famigliari di godere dello stesso servizio.
Inoltre si avrà anche una sottoscrizione di due anni al servizio di cloud protetto SpiderOak , che mette al sicuro i dati degli utenti crittografando sia le comunicazioni che i data center dove sono salvati i file.
Il Blackphone è un dispositivo che protegge gli utenti a livello globale, mettendoli a conoscenza di quello che accade nel sistema.
Il “Security Center” informa il possessore delle richieste di accesso ai dati fatte dalle app installate.
Così se un gioco o un’applicazione vuole accedere ai contatti, il Blackphone aggira il problema indirizzando la richiesta verso una rubrica parallela, che non mostra alcun indirizzo, al massimo dei nomi fasulli preimpostati
Come sottolineano gli sviluppatori, il Blackphone non è solo per i maniaci della privacy ma “per tutti, dai manager ai comuni cittadini, per chi non vuole avere qualcuno che li spii costantemente e non desidera affidarsi ad aziende che fanno dei loro dati il proprio business”, afferma il direttore generale dell’azienda, Toby Weir-Jones.

venerdì 24 ottobre 2014

Come Abilitare Il Tasto Destro Del Mouse Sui Siti Dove è Bloccato

Su molti siti vi sarà capitato di voler salvare qualcosa tramite il tasto destro e di non poterlo fare in quanto bloccato.
Se per le immagini non c'è problema essendo possibile sempre utilizzare il tasto STAMP della tastiera con il quale è poi possibile, tramite copia ed incolla su Paint, ottenere l'immagine più complicato è per copiare un testo.
Il tasto viene disabilitato tramite la proprietà OnconTextMenu.
Per abilitare il tasto destro vi basta "iniettare" codice Javascript nella pagina tramite questo comando:

javascript:void(document.oncontextmenu=null)

Questo script è possibile salvarlo anche come preferito e schiacciarci sopra quando il tasto destro risulta bloccato.

Controllare Il PC Con Il Bracciale Myo

Mai sognato di muovere il PC con un semplice movimento del polso? Grazie all'innovativo Bracciale Myo ciò sarà possibile.
Ovvero muovere le dita per azzerare il volume di un video, chiudere la mano in un pugno e attrarla verso di sé per zoomare la slide di una presentazione, disporre il pollice e l'indice a elle per sparare al nemico in un videogioco.
Dotato di batteria a litio ricaricabile, lo strumento utilizza una tecnica chiamata elettromiografia.
Quando si contraggono, i nostri muscoli producono alcuni microvolt di attività elettrica.
I sensori posti all'interno dell'apparecchio riescono ad amplificare la registrazione del segnale, che viene poi inviato a un processore interno che esegue algoritmi di apprendimento automatico.
I progettisti di Thalmic Labs sono partiti dal presupposto secondo cui gli umani attivano tutti gli stessi muscoli quando muovono la mano o puntano le dita.
Per questo hanno potuto compilare un set di pattern elettrici specifici e tradurli in migliaia di comandi digitali. Più il bracciale viene usato, più accurata è la capacità del sensore di leggere il movimento.
 Inoltre Myo vibra quando la persona completa un gesto riconoscibile: in questo modo anche gli umani imparano a mano a mano a usarlo al meglio.
Il bracciale funziona con Windows, Mac OS, iOS e Android.
Costo 149 Dollari.

Come Dettare Un Testo Al PC (TalkTyper)

Uno dei metodi più efficaci per velocizzare la realizzazione di documenti con il PC è usare la dettatura vocale.
Forse il sito migliore per lo scopo è Talk Typer, un servizio online gratuito che permette di sfruttare le funzioni di riconoscimento vocale integrate nel browser Google Chrome per scrivere testi via Internet usando la voce.


COME FUNZIONA
Per prima cosa colleghiamoci al sito: TalkTyper
Fatto ciò, bisogna cliccare sull’icona del microfono che si trova sulla destra e, quando compare il riquadro con la dicitura Parla adesso, formulare la frase da scrivere mantenendoti alla giusta distanza dal microfono del PC.
Quando smetterai di parlare, il sito elaborerà per qualche istante la frase e la “scriverà” nel campo di testo che si trova in alto.
Se la traduzione in testo della tua dettatura è corretta, clicca sul pulsante verde con la freccia verso il basso per salvarla (verrà spostata nel campo di testo sottostante) e prosegui nella dettatura con altre frasi.
Quando invece Talk Typer commette degli errori, clicca sull’icona con le tre linee che si trova sulla destra e seleziona una delle “traduzioni” alternative proposte del servizio: probabilmente fra queste c’è quella corretta relativa alla frase che avevi realmente dettato.
Puoi anche far leggere al computer il testo che Talk Typer ha trascritto per te.
Basta cliccare sul pulsante con l’icona dell’altoparlante (collocato anch’esso sulla destra) e una voce femminile leggerà in italiano abbastanza buono la frase che il servizio ha ottenuto dalla tua voce.
Una volta terminata la tua dettatura, puoi copiare il testo ottenuto nella clipboard, stamparlo, tradurlo in altre lingue o condividerlo online usando gli appositi pulsanti che si trovano nel campo di testo collocato nella parte bassa della pagina.
Talk Typer funziona su tutti i principali sistemi operativi per computer ma per usarlo bisogna visitarlo esclusivamente con Google Chrome.
L’unica limitazione funzionale del servizio è che non riconosce automaticamente la punteggiatura: ad esempio, se dici “punto” trascrive la parola “punto” e non aggiunge il punto alla frase che stai dettando.

Controllare Il PC Con Le Mani (NPointer)

Mai sognato di controllare il PC con un semplice gesto della mano? Tutto ciò con NPointer ed una webcam sarà possibile.
Infatti, il mouse, per quanto ancora si riveli comodo ed efficace, è un dispositivo alquanto vetusto e che dovrà, prima o poi, essere abbandonato.
Insomma fa parte del passato.
Chi ancora non ha la possibilità di acquistare un touchscreen per il proprio computer può appunto usare NPointer.


COME FUNZIONA
Questo software è un sistema di controllo gestuale per PC, che riconosce i movimenti della mano o della testa registrati dalla webcam e li traduce in movimenti del puntatore del mouse.
Potrebbe quindi essere un nuovo modo per interagire con il computer, che potrebbe rivelarsi più semplice, comodo e veloce del mouse tradizionale. Inoltre, NPointer nasce anche per soddisfare tutti gli utenti che presentano particolari problemi fisici(disabilità) e a cui l'utilizzo del mouse risulta complicato.


CONFIGURAZIONE
L'uso e la configurazione di NPointer sono semplicissimi.
Una volta scaricato il software è sufficiente estrarlo e avviare il file NPointer.exe.
Si avvierà così la schermata di configurazione dell'applicativo.
Questo software può essere usato in due modi differenti.
Se la webcam è esterna al PC, ad esempio su USB, potrebbe essere puntata direttamente sul dorso della mano che potrebbe muoversi liberamente sulla scrivania come a ricoprire l'area del Desktop.
Se invece la webcam è integrata nel computer, come accade nei portatili, allora per muovere il puntatore del mouse bisogna muovere il palmo della mano di fronte alla webcam, con il dorso rivolto verso la propria faccia.


FUNZIONI
I parametri configurabili consentono di impostare la velocità con cui si muoverà il puntatore in risposta al movimento della mano (Motion speed) ed è anche possibile impostare l'accelerazione (Acceleration) e il tempo dopo il quale far comparire sullo schermo il menù di interazione (Menu timeout), quello mostrato in figura.
L'Action Menu è composto da sei pulsanti virtuali che ripropongono sullo schermo le funzionalità dei pulsanti fisici di un qualsiasi mouse.
Così si ha a disposizione il clic sinistro (L), il clic destro (R), il doppio clic (2x), la rotellina di scrolling (Scroll), il drag sinistro (LD) e lo spegnimento momentaneo del software (Off).
Il LD e lo Scroll sono pulsanti che per attivarli bisogna cliccarvi sopra, accedendo così alle funzioni specifiche per lo scrolling e il drag.
Per disattivarli bisogna ricliccarli.
Per attivare i comandi del mouse anche con i movimenti della testa è necessario porre un segno di spunta all'opzione Head/frontal control e muovere la testa davanti alla webcam per spostare il puntatore dove si desidera.

Muovere Il Puntatore Del Mouse Con La Testa (Camera Mouse)

In situazioni particolari si potrebbe avere la necessità di dover muovere il puntatore del mouse senza usare un dispositivo esterno.
Tutto ciò è possibile con Camera Mouse.
Camera Mouse è un interessante software freeware utilizzabile esclusivamente su Windows che, una volta configurato, consente di controllare il puntatore del mouse servendosi solo ed esclusivamente della testa in modo tale da poter compiere tutte le varie ed eventuali operazioni che, di consueto, sarebbe possibile eseguire sfruttando un comune mouse.
L’unica prerogativa indispensabile al fine di poter utilizzare Camera Mouse è, così com’è facile intuire dal nome stesso dell’applicativo, una webcam collegata al PC in uso.
L’utilizzo dell’applicativo, anche se apparentemente potrebbe sembrare piuttosto complesso, è, in realtà, abbastanza semplice, poiché una volta scaricato ed avviato tutto ciò che risulterà necessario fare non sarà altro che configurare una specifica caratteristica del viso da monitorare, grazie alla quale, successivamente, sarà poi possibile usufruire delle funzioni del software.
Ovviamente, considerando il funzionamento dell’applicativo, l’utilizzo di Camera Mouse non è consigliabile qualora debbano essere eseguite operazioni che richiedono estrema precisione.
Da notare inoltre che Camera Mouse nasce come software utile per tutti coloro che, a causa di disabilità fisiche, sono impossibilitati ad impiegare correttamente il mouse ma, considerandone le fattezze, può essere utilizzato tranquillamente anche così come precedentemente descritto.

Sito ufficiale: CameraMouse

giovedì 23 ottobre 2014

La Perovskite Per I Pannelli Fotovoltaici?


Una ricerca dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Milano, ha ottenuto importanti risultati sviluppando delle celle solari con la Perovskite.
Questo cristallo inorganico, riscoperto negli ultimi anni in ambito energetico, è utilissimo nella fabbricazione di celle solari ibride e può essere utilizzato come semiconduttore.
Attualmente, il Silicio è il semiconduttore più utilizzato per la produzione dei pannelli fotovoltaici.
La Perovskite però, sembrerebbe essere una valida e più efficiente alternativa al silicio, sia in termini di prestazioni, che dal punto di vista economico.
Come riportato dalla ricerca, questo ultimo aspetto è associato “a bassi costi di produzione legati all’abbondanza dei materiali attivi e ai semplici metodi di fabbricazione, che avvengono a basse temperature e sono estendibili su larga area.”
Si assisterà ad un nuovo sistema energetico che, come sottolinea Henry Snait, “demolirà il paradigma, in cui molti attualmente credono, per cui non si possano combinare i parametri di basso costo, lunga durata ed alte efficienze per i dispositivi fotovoltaici di nuova generazione atti a produrre energia solare.”
Ipotizzando l’applicazione di queste tecnologia nel mondo energetico del futuro, si potrà assistere ad un sistema fotovoltaico a base di Perovskite, concorrente del silicio, che incentiverà la produzione a basso costo dell’energia solare.
Questa scoperta, forse ottimisticamente, incentiverà  l’utilizzo di questo tipo di energia rinnovabile, garantendo  ad un numero più vasto di persone di produrre energia, tenendo conto dell’ambiente e risparmiando sia in fase di acquisto che in bolletta.


COS'E' LA PEROVSKITE
La Perovskite, in natura è un ossido di calcio e titanio, che consente di fabbricare celle solari ibride (organiche/inorganiche) con un rendimento di circa il 15% quando usato come semiconduttore. 
Il rendimento è la percentuale di energia solare che le celle fotovoltaiche riescono a trasformare in energia elettrica. 
Tecnicamente è il rapporto tra la massima potenza elettrica generata dalla cella e la potenza della radiazione solare incidente sulla cella. 
L’efficienza record attuale delle celle di laboratorio, che tipicamente hanno un’area molto piccola (0,1 cm quadrati), è del 16,2%
Prestazioni considerevoli se si pensa che la generazione di celle solari di perovskiti è appena all’inizio, rispetto a quella più che cinquantenaria delle celle in silicio.

Come Rimuovere La Password Di Windows 8 All'Avvio


Windows 8 ha introdotto tante novità ma anche tante seccature.
Una delle peggiori(o diciamo delle non richieste) è la continua digitazione della Password all'avvio per usare il PC.
Ovviamente può essere tolta con estrema facilità:

Esegui e qui digitiamo Netplwiz
In seguito togliete la spunta a "Per Utilizzare Questo Computer è Necessario Che L'Utente Immetta Nome e Password".
Infine digitiamo per l'ultima volta la Password.

Poweliks: Il Malware Che Non Crea Files

Poweliks è un malware sotto certi versi innovativo(anche se già in passato era stato creato qualcosa di simile), un esemplare di codice malevolo che si nasconde all'interno del Registro di Windows senza destare allarmi e passando quindi inosservato ai controlli, anche in tempo reale, ai software di sicurezza e agli antivirus.
Il malware arriva sul PC dell'utente tramite posta elettronica, nascosto all'interno di un file Word malformato per sfruttare una nota vulnerabilità nel word processor di Microsoft; all'apertura del documento, Poweliks controlla la presenza di PowerShell (potente ambiente di scripting per Windows) ed eventualmente scarica e installa lo script.
Tutte le azioni del malware vengono archiviate all'interno del Registro e il codice malevolo vero e proprio viene salvato in una chiave codificata non accessibile dall'utente: il codice della chiave è binario e viene eseguito a ogni riavvio.
Poweliks sfrutta per scopi malevoli una tecnica di codifica adoperata da Microsoft per proteggere il software nel Registro di sistema, il payload è progettato per scaricare ed eseguire altro codice malevolo da Internet.