Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

giovedì 23 ottobre 2014

La Perovskite Per I Pannelli Fotovoltaici?


Una ricerca dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Milano, ha ottenuto importanti risultati sviluppando delle celle solari con la Perovskite.
Questo cristallo inorganico, riscoperto negli ultimi anni in ambito energetico, è utilissimo nella fabbricazione di celle solari ibride e può essere utilizzato come semiconduttore.
Attualmente, il Silicio è il semiconduttore più utilizzato per la produzione dei pannelli fotovoltaici.
La Perovskite però, sembrerebbe essere una valida e più efficiente alternativa al silicio, sia in termini di prestazioni, che dal punto di vista economico.
Come riportato dalla ricerca, questo ultimo aspetto è associato “a bassi costi di produzione legati all’abbondanza dei materiali attivi e ai semplici metodi di fabbricazione, che avvengono a basse temperature e sono estendibili su larga area.”
Si assisterà ad un nuovo sistema energetico che, come sottolinea Henry Snait, “demolirà il paradigma, in cui molti attualmente credono, per cui non si possano combinare i parametri di basso costo, lunga durata ed alte efficienze per i dispositivi fotovoltaici di nuova generazione atti a produrre energia solare.”
Ipotizzando l’applicazione di queste tecnologia nel mondo energetico del futuro, si potrà assistere ad un sistema fotovoltaico a base di Perovskite, concorrente del silicio, che incentiverà la produzione a basso costo dell’energia solare.
Questa scoperta, forse ottimisticamente, incentiverà  l’utilizzo di questo tipo di energia rinnovabile, garantendo  ad un numero più vasto di persone di produrre energia, tenendo conto dell’ambiente e risparmiando sia in fase di acquisto che in bolletta.


COS'E' LA PEROVSKITE
La Perovskite, in natura è un ossido di calcio e titanio, che consente di fabbricare celle solari ibride (organiche/inorganiche) con un rendimento di circa il 15% quando usato come semiconduttore. 
Il rendimento è la percentuale di energia solare che le celle fotovoltaiche riescono a trasformare in energia elettrica. 
Tecnicamente è il rapporto tra la massima potenza elettrica generata dalla cella e la potenza della radiazione solare incidente sulla cella. 
L’efficienza record attuale delle celle di laboratorio, che tipicamente hanno un’area molto piccola (0,1 cm quadrati), è del 16,2%
Prestazioni considerevoli se si pensa che la generazione di celle solari di perovskiti è appena all’inizio, rispetto a quella più che cinquantenaria delle celle in silicio.

Come Rimuovere La Password Di Windows 8 All'Avvio


Windows 8 ha introdotto tante novità ma anche tante seccature.
Una delle peggiori(o diciamo delle non richieste) è la continua digitazione della Password all'avvio per usare il PC.
Ovviamente può essere tolta con estrema facilità:

Esegui e qui digitiamo Netplwiz
In seguito togliete la spunta a "Per Utilizzare Questo Computer è Necessario Che L'Utente Immetta Nome e Password".
Infine digitiamo per l'ultima volta la Password.

Poweliks: Il Malware Che Non Crea Files

Poweliks è un malware sotto certi versi innovativo(anche se già in passato era stato creato qualcosa di simile), un esemplare di codice malevolo che si nasconde all'interno del Registro di Windows senza destare allarmi e passando quindi inosservato ai controlli, anche in tempo reale, ai software di sicurezza e agli antivirus.
Il malware arriva sul PC dell'utente tramite posta elettronica, nascosto all'interno di un file Word malformato per sfruttare una nota vulnerabilità nel word processor di Microsoft; all'apertura del documento, Poweliks controlla la presenza di PowerShell (potente ambiente di scripting per Windows) ed eventualmente scarica e installa lo script.
Tutte le azioni del malware vengono archiviate all'interno del Registro e il codice malevolo vero e proprio viene salvato in una chiave codificata non accessibile dall'utente: il codice della chiave è binario e viene eseguito a ogni riavvio.
Poweliks sfrutta per scopi malevoli una tecnica di codifica adoperata da Microsoft per proteggere il software nel Registro di sistema, il payload è progettato per scaricare ed eseguire altro codice malevolo da Internet.

Steve Jobs è Ancora Vivo?

Come tutti saprete Steve Jobs è morto il 5 Ottobre 2011(per un cancro al pancreas) ma la mente geniale che ha creato Mac, iPhone, iPod e iPad portando Apple sarebbe ancora vivo.
La notizia shock venne divulgata 2 mesi fa sul web quando apparve una foto di Steve Jobs in sedia a rotelle, catturata involontariamente da un selfie scattato da un ragazzo in Brasile.
L’immagine che proverebbe che Steve Jobs non è morto è stata pubblicata su Reddit.
Reddit è un sito di "social news" dove gli utenti possono postare ciò che vogliono.
Il redditor che ha postato la foto ha accompagnato il selfie con il commento “Steve Jobs is in Rio de Janeiro, alive” (Steve Jobs è a Rio de Janeiro, vivo), dando nuova linfa a chi sosteneva che anche quella di Jobs, come quella di altri Vip (Jim Morrison, Elvis Presley, etc) fosse stata una morte simulata.
La notizia ufficiale della morte di Steve Jobs sarebbe stata costruita ad arte, chissà per quale oscuro motivo.
Nell’immagine, postata dall’utente TheHorseSizeDuck, si vede un ragazzo che spinge una carrozzina con sopra un uomo in maglietta nera che ha tutti i tratti fisici del fondatore di Apple, che volge la testa, mentre il ragazzo che conduce appare guardare con timore la foto sospetta.
Il caso è rimasto avvolto nel mistero, sino a che il "soggetto" di quella foto ha inviato una mail al sito dicendo di chiamarsi Andy Hahn.

“Il nostro tempo è limitato, per cui non lo dobbiamo sprecare vivendo la vita di qualcun altro. Non facciamoci intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui offuschi la nostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione. In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo realmente diventare. Tutto il resto è secondario.”

sabato 18 ottobre 2014

Dove Trovare I Caratteri Speciali Della Tastiera: Charmap

Spesso ci si perde in un bicchier d'acqua e si escogitano sistemi assurdi per fare un determinata cosa quando la soluzione sarebbe sotto gli occhi di tutti.
A chi non è mai capitato di aver bisogno di un certo carattere che non è evidenziato sulla tastiera?
Se qualcuno lo utilizza non vuol dire che abbia una tastiera diversa dalla vostra nè che va su Google e fa copia ed incolla di un dato carattere.
Semplicemente utilizza il programmino Charmap, dal quale è possibile ottenere qualsiasi simbolo.
Come richiamarlo? Va su Start di Windows, digita charmap.exe nella barra di ricerca veloce (o in Esegui) e premi il tasto Invio della tastiera del tuo PC per avviare l’utility "Mappa dei caratteri" con tutti i caratteri speciali disponibili in Windows.
Nella finestra che si apre seleziona, facendo doppio click su di esso, il carattere speciale che intendi usare nei tuoi testi e questo verrà copiato automaticamente nella clipboard, pronto per essere incollato in qualsiasi documento, sito Internet, social network o e-mail usando la classica funzione Incolla o premendo la combinazione di tasti Ctrl+V.

venerdì 17 ottobre 2014

Come Funziona Anonabox (Tor)

Tor ed Anonabox il connubio perfetto.
Questo gadget hi-tech, non più grande di un pacco di sigarette, vuole rendere quanto più facile l'utilizzo della rete Tor.
Il team chiedeva 7.500 dollari per avviare la produzione in massa del primo lotto di Anonabox, e quando ancora mancavano 28 giorni alla fine della campagna di Crowdfunding già più di 4.300 supporter avevano fatto lievitare le donazioni a oltre 250mila dollari.


COME FUNZIONA
Il funzionamento di Anonbabox è molto semplice, dicono gli sviluppatori, visto che basta collegare il piccolo gadget al router domestico affinché tutto il traffico Internet venga fatto passare attraverso la rete Tor per camuffare l'indirizzo IP e la posizione dell'utente.
In realtà Anonabox rappresenta il risultato di uno sviluppo durato 4 anni, una "quarta generazione" di un dispositivo di rete basato su Tor che ora è in grado di far girare il pacchetto software della rete Onion su una CPU a 580MHz e 64 Megabyte di RAM.
Grazie ad anonabox la navigazione Web è molto più veloce di quanto possibile con il pacchetto Tor da scaricare e installare su computer, ed è inoltre possibile servirsi della rete per anonimizzare anche tutto il traffico Internet: Skype, FTP/Filezilla e altro ancora che non era precedentemente supportato da Tor.
L'avvio della produzione del primo lotto di Anonabox è da considerare certa per gennaio 2015, mentre la donazione minima per farsi spedire a casa un esemplare del gadget anonimizzatore è di 45 dollari.
Per la spedizione del pacchetto fuori dagli USA occorre aggiungere altri 15 dollari.


Per saperne di più vi rimando anche agli articoli inerenti allo stesso argomento:
Come Funziona Osiris (Creare Siti P2P)
Cos'è e Come Funziona Usenet
Come Navigare Nel Deep Web Con Freenet
Guida Deep Web 2013
Navigare Con TOR Browser
Navigare Nel Deep Web Con Una VPN
Configurazione TOR 2013(Per Il Deep Web)
Come Funziona Freenet(Deep Web)
Links Italiani Freenet(2014)
Accedere Al Deep Web Senza Software
Guadagnare Bitcoin(Guida per pagare sul Deep Web)
Darknet: La Rete Oscura
Link Per Il Deep Web(Freenet e TOR)
How To Access Deep Web

lunedì 13 ottobre 2014

Chat Anonime Su Facebook Con Branch


Da qualche giorno è possibile registrarsi su Facebook anche con un nome "unofficial".
Infatti sino a qualche tempo fa chi si iscriveva a Facebook era tenuto a farlo con il proprio nome e cognome ma le contestazioni della comunità Lgbt americana causate dalla sospensione di alcuni accountn, registrati sul social network con il nome d’arte invece che con quello depositato all’anagrafe, hanno fatto fare dietrofront al social network.
Ora la società di Zuckerberg ha deciso di fare un altro passo avanti.
Secondo il New York Times, infatti, il prossimo obiettivo del colosso Usa è un'app per dialogare in forma anonima.
Il progetto sarebbe iniziato dopo l'acquisto della start up Branch, nata per creare piccoli gruppi di discussione.
Stando al quotidiano newyorchese, l'applicazione per smartphone e tablet arriverà nelle prossime settimane, dopo un lavoro durato un anno e capitanato da Josh Miller, un "product manager" che si è unito al team di Facebook in seguito all'acquisizione di Branch, nel gennaio scorso.
Prima di Facebook, su Branch aveva messo gli occhi anche Twitter.
Pare che l'app sia stata acquistata per 15 milioni di dollari, con la stessa era stata acquistata anche Putluck(che facilita la condivisione dei link).

venerdì 10 ottobre 2014

Installare Android X86 Su Chiavetta USB

Non tutti sanno che è possibile sfruttare le potenzialità di Android su un PC.
L'obiettivo è preparare una chiavetta USB in modo che contenga il sistema operativo nella sua interezza ed impostare il BIOS del PC affinchè faccia partire il sistema da lì.
Cosa si potrà fare? Potremo installare app, navigare su Internet, ascoltare musica e guardare video e quant'altro.
Ovviamente basterà spegnere e rimuovere la chiavetta per far tornare il PC esattamente come prima.


COSA SERVE?
1) Android X86 (Download) (sono 343 Mega)
2) Il software Universal USB Installer (Download)
3) Una chiavetta USB vuota da almeno 2 Giga


PROCEDURA
Una volta scaricato tutto quanto, inserite la vostra chiavetta in una porta USB del PC, dopodichè avviate il programma Universal USB Installer (non richiede installazione: aprite semplicemente il file che avete scaricato e il programma è pronto a partire).
Come primo passaggio, dal primo menu a tendina, scorriamo fino a trovare la voce Android.
Nel secondo passaggio dobbiamo specificare al programma il file che contiene Android x86, che abbiamo appena scaricato quindi premete il pulsante Browse a destra e andate a selezionare il file ISO di Android.
Infine, scegliete la lettera corrispondente alla vostra chiavetta USB.
Fate bene attenzione a ciò che fate, perché se scegliete la lettera di unità sbagliata potreste perdere dati importanti.
Una volta scelta la lettera giusta, selezionate anche la spunta per la formattazione, subito a destra
Potrebbe anche capitarvi di dover spuntare la voce Show all Drives, perché nell'elenco non compare la lettera della chiavetta.
Dopodiché, basta premere Create, in basso a destra.
Il software impiegherà poco tempo, un paio di minuti circa, per preparare la vostra chiavetta.
Una volta completata la procedura, basterà riavviare il PC con la chiavetta Android sempre inserita in una porta USB, preferibilmente una di quelle dietro.
Appena il PC avvia, dovrete entrare nel BIOS e specificare al computer che deve cercare un sistema operativo da far partire sulla chiavetta USB, invece che sull'hard disk come fa di solito.
Per entrare nel BIOS, in genere bisogna premere F1, Canc, F10 o F11 durante la scritta iniziale che rimane visibile per pochi secondi, immediatamente all'avvio del computer.
In genere, c'è un menu chiamato Boot, o Boot Order o Avvio se è in Italiano.
Vi basterà impostare la massima proprità alla chiavetta USB e il gioco è fatto.
Avviate e, a un certo punto, il sistema vi offrirà una serie di opzioni.
Scegliete la prima in alto, Live CD - Run Android-x86 without installation (che è l'opzione predefinita; basterà, di fatto, premere invio una volta).
Dopo pochi secondi apparirà la solita procedura di configurazione del sistema scelta della lingua, connessione Wi-Fi, account Google, e poi vi apparirà il launcher - Trebuchet, nello specifico, quello di CyanogenMod.
Così facendo, il computer non verrà minimamente modificato e al prossimo riavvio tutte le modifiche apportate spariranno completamente.
Per poter mantenere le proprie impostazioni, app e così via, è necessario scegliere la quarta opzione all'avvio, Install Android-x86 to hard disk.

Realizzare Animazioni 3D Con Blender


Blender 3D è considerato uno dei migliori software disponibili per l’elaborazione 3D.
Utilizzato anche per la creazione di app e videogames.
Esso riunisce in un solo programma strumenti di modellazione, animazione, rendering, montaggio video e creazione appunto di videogiochi.
Sono anche disponibili una gran quantità di plugin, specialmente per la conversione da e verso i principali formati di grafica 3D, quali Wings 3D o 3D Studio Max.
Quasi tutte le funzioni del software possono essere richiamate con scorciatoie.
Da quando è stato rilasciato come opensource, la GUI è stata notevolmente modificata, introducendo la possibilità di modificare il colore, l'uso di widget trasparenti, una nuova e potenziata visualizzazione ed altre piccole migliorie.
L'interfaccia del software è comunque davvero spiazzante con le sue tantissime funzioni, inutile dire che serve molta pratica(e pazienza) per impadronirsi del programma(anche anni...).
Lo trovate qui: http://www.blender.org/

Cos'è e Come Funziona Il Terawifi

Il Terawifi è un servizio innovativo, nato nelle Marche che permette di "condividere" la tua connessione internet in modo veloce e sicuro.
Il sistema di connessione ad internet è stato realizzato senza alcun passaggio di cavi di rete, infatti la connessione avviene attraverso il tuo stesso modem Adsl, al quale andrà collegato il Gateway di coloro che offrono il servizio, ovvero il dispositivo principale necessario per distribuire la connessione ai vari access point, dislocati nelle varie aree della struttura di cui si va a realizzare la copertura.


A COSA SERVE?
Il Terawifi permette di realizzare una copertura Wifi totale, ovvero capace di arrivare in qualsiasi zona di una struttura ricettiva, quali zone aperte e sui vari piani. L' installazione è semplice e veloce, perché non necessita di passaggi di cavi di rete, ma sopratutto economica, in quanto non sono previsti costi di installazione o, nel peggiore dei casi, lavori di ristrutturazione per realizzare il passaggio dei cavi necessari per una linea tradizionale.
Il gestore ha totale autonomia di gestione.
Puoi scegliere se far pagare o meno delle tariffe ai suoi ospiti e può limitarne il traffico.
La copertura è totale quindi con questo sistema è possibile coprire ampie zone all'aperto(tipo piscine, campi sportivi, ecc), ma anche intere aree come quelle di un camping.
Per fare ciò è sufficiente disporre di una linea ADSL.


Per maggiori info: Terawifi