Visualizzazioni Totali

TRA I PRIMI IN ITALIA A PARLARE DI BITCOIN (DAL 2012!): PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' TECNOLOGICHE DEL WEB SEGUITE LA PAGINA FACEBOOK (LINK A SINISTRA)

lunedì 18 gennaio 2021

Oscurato Anche DarkMarket Sul Deep Web (2021)

Il 12 gennaio 2021 è stato oscurato DarkMarket, ad oggi uno dei più grandi mercato del Deep Web. La piattaforma nata nel 2019 aveva un giro d’affari complessivo di circa 140 milioni di euro (i pagamenti avvenivano in Bitcoin e Monero). Curiosamente questo market aveva lo stesso nome del forum illegale inglese oscurato nel 2008. La polizia di Oldenburg, città a nord-ovest della Germania, con la mobilitazione e il supporto di agenti provenienti dalla Gran Bretagna, Stati Uniti, Danimarca, Ucraina. e la Moldova stava indagando da diverso tempo. 
Il 27 settembre la polizia aveva sequestrato un "cyberbunker" allestito in un ex bunker della NATO, grazie ad un signore olandese che lo aveva comprato nel 2013. La struttura ospitava server e vendeva servizi di connettività. Questo datacenter divenne famoso perché offriva servizi web anche a siti illegali.
La polizia sequestrò oltre 200 server, hard disk, telefoni, documenti ed un’ingente somma di contanti. Questo è stato il punto di partenza delle indagini negli ultimi mesi che hanno portato a localizzare ed oscurare DarkMarket.
Sono stati sequestrati circa 20 server tra Ucraina e Moldavia utilizzati per condurre le operazioni e l'Europol sta indagando per rintracciare gli admin, i venditori e grossi acquirenti. Nel frattempo l’FBI ha arrestato un australiano di 34 anni, sospettato di essere il proprietario del sito. L’attività criminale nella piattaforma coinvolgeva 500.000 utenti e 2.400 venditori. In 320.000 transazioni sono stati scambiati 4.650 Bitcoin e 12.800 Monero.
Cosa si vendeva? Ovviamente di tutto (anche metalli: oro ed argento). Era tuttavia vietato la vendita di armi, esplosivi, servizi di assassinio e vendita organi, di CP e violenza varia.
Questo è l'ultimo di una lunga serie di market che sono stati chiusi negli ultimi 3 anni (AlphaBay, Hansa, Dream Market, Trade RouteBerlusconi Market, Wall Street Market e Valhalla) o hanno fatto exit scam (Olympus ed Empire).

venerdì 15 gennaio 2021

Ottieni Cashback In Bitcoin Comprando Online

Bitcoin è ormai alla soglia dei 40,000 dollari e si stanno sempre più diffondendo carte che permettono di ricevere un cashback in crypto, qui abbiamo parlato di quella di Crypto.com ma c'è anche quella di Binance. Come funziona il cashback? Faccio un acquisto online e ricevo indietro una certa % in cripto.
Un sito (tutto italiano) molto interessante è Bitcashback.
Come funziona? Quando dovete effettuare un acquisto online è possibile accedere al loro portale, ricercare il negozio che vi interessa (presente anche eBay, Acer, Tim, etc) e schiacciare su "ottieni il cashback" e "vai al negozio".
Verrete rimandati al negozio da voi scelto ed effettuando l'acquisto, riceverete un cashback (in Bitcoin) variabile dall'1 al 6% (sono supportati già centinaia di negozi).
Quali altri vantaggi ho? Iscrivendosi si ricevono subito 2 euro in Bitcoin. Inoltre si riceve un ulteriore 20% di guadagno sugli acquisti effettuati dai vostri amici invitati.
Infine, effettuando il login almeno una volta al giorno, si guadagnano token che danno ulteriori guadagni in cashback (aumenta il bonus) e premi in denaro.




COME FUNZIONA?
Sostanzialmente entrando nel loro sito, ricercando il negozio e poi andando nel sito dove effettueremo l'acquisto si viene tracciati. E' un po' come il programma di affiliazione di Amazon: qualcuno compra sul sito di ecommerce seguendo il nostro link di affiliazione e noi guadagniamo una % sul loro acquisto.
La differenza è che qui il cashback è in Bitcoin. Praticamente loro hanno un'affiliazione con i negozi supportati e condividono il guadagno (per aver portato clienti su eBay, LastMinute.com, eDreams, Tom Tom, etc) con gli iscritti di Bitcashback.


PASSAGGI PER RICEVERE IL CASHBACK
1) Iscriversi con mail e password, seguendo questo link: Bitcashback (Iscrizione)
2) Si ricevono 2 euro di bonus in Bitcoin (il withdrawal minimo è di 10 euro e si viene pagati il mese successivo alla richiesta)
3) Nella barra di ricerca sopra, posso ricercare i negozi che m'interessano
4) Schiaccio su "ottieni il cashback", leggo i consigli che il sito dà per facilitare il tracciamento ed infine "vai al negozio" (ricordatevi di passare sempre da Bitcashback per accedere al negozio che vi interessa e fate attenzione a non avere già nel carrello, ad esempio su eBay, l'oggetto che state per acquistare)
5) Effettuo l'ordine (ipotizziamo su eBay) e poi torno sul sito Bitcashback, dove mi verrà chiesto se ho effettuato l'acquisto, numero d'ordine e quanto ho speso

Ricapitolando, dopo esserti registrato con il link ref di sopra, questi sono i passi da fare per ricevere il cashback:

Aggiungo che è possibile anche invitare i propri amici e parenti per ottenere un ulteriore 20% sul loro cashback. Per richiedere il pagamento, basta andare in wallet (la prima volta dovrò compilare i dati richiesti: nome, cognome, città, provincia, via, codice fiscale, proprio indirizzo Bitcoin per ricevere il pagamento)


INDIRIZZO BITCOIN
Non hai un wallet Bitcoin? Niente paura, puoi utilizzare Electrum o direttamente un exchange.
Electrum è un wallet software (molto semplice da utilizzare) e qui puoi trovare una guida: Come Configurare ed Usare Electrum (Software Bitcoin Wallet)
Se invece preferisci non scaricare nulla, basterà iscriverti su Binance (Iscrizione)
Una volta iscritto, schiaccia su wallet/fiat and spot, ricerca Bitcoin e schiaccia su "deposit" (copia l'indirizzo sotto il QR code ed incollalo su Bitcashback; l'indirizzo è quella lunga sequenza di lettere e numeri apparentemente senza senso).


ALTRI METODI

giovedì 14 gennaio 2021

Quando Comprare e Vendere? Tutti I Parametri Da Considerare (Criptovalute)

Quando si vuole entrare nel mondo delle criptovalute è molto difficile scegliere il momento giusto per comprare e poi vendere. Sia se si vuole fare Trading nel breve sia se si vuole speculare sia se si investe (holda) in altcoin (i profitti prima o poi vanno fatti) ma anche se semplicemente si cerca una strategia più aggressiva che prevede l'Holding a lungo termine con delle vendite di tanto in tanto per poi ricomprare a prezzi ribassati durante i Bear Market.
A livello di Holding di Bitcoin, la strategia migliore per comprare è sempre il piano di accumulo (Dollar Coast Averaging). Si imposta un budget complessivo e lo si divide in scaglioni comprando ad intervalli regolari.
Ad esempio potrei voler investire 1000 dollari, da completare in 10 mesi (ogni mese comprerò 100 dollari). Questa strategia "media" il prezzo: non comprerò nè troppo basso, nè troppo alto ma leggermente sotto la media (è dimostrato matematicamente). 
Tuttavia ci sono dei segnali che potrebbero indicarci variazioni del mercato nel breve e più o meno lungo termine. Vediamo i segnali principali, qui invece troverete i siti più utili: Tutti I Siti Utili Per Bitcoin e Crypto: Charts, Costo Fees, Trend, Hashrate, Price Alert, etc


DOMANDA ED OFFERTA
Va sottolineato che molto spesso il valore di un token non dipende dal progetto in sè ma dalla sua utilità. Quindi "gran progetto", non vuol dire automaticamente "gran valore". Ad esempio Bitcoin è una cripto che ha domanda e che per una serie di motivi (effetto network) è molto richiesta (cioè se uno entra per la prima volta in questo settore sarà tendenzialmente attratto in primis da Bitcoin, ovvero l'investimento più sicuro). BNB (coin di Binance) ha una grande utilità perchè usata per quasi tutte le trade di Binance e su Trust Wallet (wallet decentralizzato di Binance). Altre cripto potrebbero avere un'utilità per le basse fees (pensiamo a Bitcoin Cash, Litecoin, Stellar, Tron, Zilliqa, etc) e per spostare cripto da un'exchange all'altro (ho Ethereum trado in BCH e sposto le mie cripto altrove, per ridurre il gas usato per la transazione. Poi ri-trado in Ethereum. Ovviamente ciò non aumenta il valore di BCH ma solo il numero di transazioni effettuate nel network più qualche fees che finisce ai miners). Un token abbastanza inutile è BAT perchè non ha nessuna utilità (viene "farmato" navigando su internet, grazie al browser Brave) o innovazione. Inoltre essendo Erc20 di Ethereum ha anche il grave problema dell'altissimo gas per swapparlo su exchange DEFI (tipo Uniswap) o per spostarlo da un wallet all'altro.
Come tutti sapete, il valore di una criptovaluta dipende dalla domanda e dall'offerta.
All'aumentare della domanda, il prezzo aumenta. Ma quali sono gli altri segnali che dovrebbero essere considerati?


SUPPLY
Questo parametro indica la fornitura parziale e totale di una criptovaluta: banalmente più un token è limitato nell'offerta (quindi più raro) e maggiore potrebbe essere il suo valore. Se dei token vengono bruciati riducendo l'offerta totale, il valore aumenta. 
Qui va fatta una precisione: è fondamentale che ci sia domanda. Se un bene non è richiesto, può essere anche l'oggetto più raro del mondo ma non avrà valore.
Un'offerta inferiore rende il bene raro e se c'è domanda...il valore può solo aumentare. Su questo concetto (rarezza di un bene) si basa il modello "Stock To Flow" che vuole BTC ad 1 milione di dollari tra qualche anno. Tuttavia la falla del modello è che ovviamente non può tenere conto dell'eventuale domanda futura (che comunque per BTC potrebbe essere elevata).
La supply di BTC è di 21 milioni.
Quest'estate c'è stato un vero e proprio boom provocato dallo Yield Farming di Yearn Finance (YFI): un token che passò da meno di 1 centesimo a circa 6,000 dollari in una settimana (prima di raggiungere oltre i 40,000 dollari dopo circa 1 mese e mezzo).
Lo Yield Farming, in poche parole, prevede il farming di un token: metto liquidità nel pool di un exchange decentralizzato (e non) e vengo ricompensato con il loro token (insomma YFI veniva regalato agli utilizzatori della piattaforma).
Trainati da YFI, sono nati altri progetti (molti scam) che hanno raggiunto le centinaia/migliaia di dollari in pochi giorni: YFII, YFFI, YFLink, YFT, YFV, YFbeta, etc
Perchè è successo questo? Questi token della "Y Family" avevano una discreta domanda causata dall'effetto network di YFI  ed anche supply bassissima (YFI: 30,000 token massimi come fornitura).
La supply di questi token varia dai 10,000 ai 50,000 (ovviamente ora sono tutti finiti nel dimenticatoio, a parte YFI ed YFII).
Come si può capire, se non c'è richiesta, i token non hanno valore alcuno. Pensiamo anche alle "storiche" Altcoin (ALT) con supply di 134,000 ma 0,017$ di valore, Chrono.Time, Obyte e molti altri token con supply bassissima ma valore basso.


CAPITALIZZAZIONE DI MERCATO
E' un parametro che, unito alla supply, può indicarci (a grandi linee) il potenziale di un token. Come si calcola? Supply in circolo moltiplicato il valore odierno del singolo token. Token a bassa capitalizzazione hanno un potenziale di crescita maggiore rispetto a chi ha "già dato". 
Questo almeno in teoria.
Per visionarla: CoinmarketcapCoingecko


HALVING
Vale per le cripto Proof Of Work come BTC (ovvero quei protocolli che per coniare moneta utilizzano CPU, GPU, etc spendo potenza di calcolo, risolvo algoritmi, vengo ricompensato con una cripto).
L'Halving è connesso alla supply: essendo beni limitati (e non infiniti), ogni 4 anni le ricompense per ogni blocco risolto dai miners si dimezzano (Halving vuol dire appunto "dimezzamento"). Il mining o comunque l'estrazione dell'ultimo satoshi di BTC terminerà nel 2140.
Di solito è un segnale bullish (almeno nell'anno successivo all'Halving, come successo nel: 2013, 2017, forse 2021) perchè il circolo di BTC diminuisce in proporzione (rispetto al passato)...e se aumenta la domanda, aumenta il prezzo.
Duole ricordare che i miners minano appunto perchè ottengono rewards risolvendo blocchi e confermando transazioni. Se le rewards diminuiscono ogni 4 anni, l'unica soluzione affinchè sia ancora conveniente minare è l'aumento del valore del bene nel tempo (oltre alle fee di transazione).


DOMINANCE
Questa è la percentuale di capitalizzazione di mercato detenuta da BTC rispetto alle altcoin. Con l'aumento della dominance di BTC, significa che il capitale viene spostato da altcoin a BTC aumentando la capitalizzazione di mercato di BTC.


HASHRATE
In passato questo parametro aveva un peso maggiore, ora meno. In ogni caso il decremento di questo, indica un "abbandono" della rete con probabile incertezza del valore della crypto nell'immediato futuro (parliamo sempre di cripto Proof Of Work quali Bitcoin, Bitcoin Cash, Monero, Ethereum 1.0, etc).


STAKING
Annunci di staking (implementazioni nuovi o modifiche) sono sempre segnali bullish. Per fare staking bisogna comprare (quello che sta succedendo su Ethereum 2.0 che passerà da Proof  Of  Work a Proof Of Stake). Alte % di staking sono segnali molto bullish nel breve (basta vedere quello che successe qualche mese fa con l'oracolo Band). Per verificarli: StakingRewards


FARMING
Abbiamo già parlato dello Yield Farming ad inizio articolo. Sostanzialmente token farmabili, hanno grossi aumenti e grossi crolli. Grossi aumenti nelle prime ore del listing e grossi crolli una volta farmati (perchè chi non crede nel token, li venderà appena ricevute le rewards).


BELIEF AREA
Ci dice quanti possessori / investitori di BTC sono in profitto o in perdita. Se il parametro aumenta vuol dire che c'è un maggior numero di possessori in profitto. Bisogna stare attenti perché prima o poi queste persone venderanno!


TRADE INTENSITY
Questa metrica ci dice quanta fiducia ha la criptovaluta nel mercato e il numero di volte che è stata utilizzata. L'intensità di scambio indica il numero di persone che sono disposte ad acquistare la criptovaluta: più alto è questo numero, più il il trend è positivo.


EXCHANGE FLOWS
Si tratta di un confronto tra cripto volatili e stablecoin. La diminuzione o l'aumento dell'emissione di stablecoin può indicarci cosa accadrà nell'immediato futuro. Un aumento della loro emissione potrebbe indicare un aumento del prezzo di BTC.


ILLIQUIDITA'
Un aumento di questo fattore indica generalmente un trend rialzista, anche se pool poco liquidi sono un problema se si è fornita liquidità e si intende prelevare.


NUMERO DI TRANSAZIONI
Non hanno un significato oggettivo e matematico, tuttavia un aumento delle transazioni indica un aumento della domanda e quindi del prezzo. Non è sempre così: pensiamo a BTC e BSV. Bitcoin SV ha la stessa supply di BTC (21 milioni) ma un valore di circa 200 dollari (a fronte dei 17,000 odierni di BTC) malgrado un numero di transazioni maggiori di BSV (probabilmente si tratta però di transazioni non organiche quindi artificiali, questo va detto). Questo parametro è visionabile su Coin Dance


WHALE ALERT CRIPTO
Generalmente quando milioni di dollari vengono spostati da un wallet ad un exchange non è mai un segnale positivo perché queste operazioni vengono fatte per uscire in fiat o stablecoin.


WHALE ALERT STABLECOIN
Questo parametro è difficile da valutare perchè potrebbe essere sia un segnale di "buy" che di "sell" (le stablecoins vengono utilizzate anche per "shortare" in leva).
Qui per farsi un'idea: WhaleAlert


NEWS E FINANZIAMENTI
E' stato dimostrato che nella settimana successiva ad un grande annuncio (ad esempio la quotazione su un exchange, staking o partnership), il valore aumenta.
Stesso discorso per eventuali finanziamenti, fusioni ed acquisizioni: tutti segnali rialzisti.


FEAR & GREED
Parametro psicologico che indica il sentiment degli investitori: "paura" ed "avidità" appunto. Paura indica "vendite", anche "avidità" massima è da prendere in considerazione come un fattore negativo a lungo termine (molta gente sta continuando a comprare "alto"): Alternative: Fear & Greed


ALTRI FATTORI PSICOLOGICI
Scadenze di Futures, Resistenze, Supporti sono soglie anche psicologiche (sia per trend a rialzo che a ribasso), non solo per i trader ma anche per gli holders che vorrebbero effettuare piccole transazioni in entrata ed uscita. Invece l'incertezza economica a livello mondiale ha più chiavi di lettura: potrebbe essere un segnale di rialzo (qualora BTC venisse visto come bene di rifugio) ma anche ribassista (meno soldi in giro vuol dire meno domanda o semplicemente vendite da parte di grossi holders per avere liquidità).

Per approfondire:

martedì 12 gennaio 2021

Migliori Siti Dark Web 2021 (TOR)

In questo nuovo articolo sono stati linkati alcuni siti del Deep Web, per il momento funzionanti. Come si sa su TOR, i siti vanno "down" abbastanza facilmente (alcuni in modo provvisorio, altri in modo definitivo).
Attenzione, preciso che è sempre pericoloso scaricare files dal Dark Web sia per una questione di anonimato che di programmi malevoli. Che un sito sia listato qui non vuol dire che sia sicuro o lo sarà vita natural durante. Se proprio volete scaricare files, fatelo a vostro rischio e pericolo oppure usando una macchina virtuale. Vi ricordo che la caratteristica di TOR è proprio quella di (in teoria) garantire anonimato a chi offre contenuti: non si sa chi c'è dietro. Non si sa se un sito è sicuro al 100%. Nessuno può saperlo.

In questa pagina invece troverete l'indice completo di tutto il blog con link anche agli altri articoli inerenti il Deep Web (comprese guide per accedere), Criptovalute, etc: Tutti Gli Articoli Sul Deep Web (Indice Completo)
Nell'indice completo di sopra sono linkati anche i vecchi articoli con i link del Dark Web (molti non più funzionanti, anche se alcuni sono ancora attivi). 
Questo articolo verrà di tanto in tanto aggiornato.


AGGIORNAMENTO 12 GENNAIO 2021














The Incorrect Library: http://inclibuql666c5c4.onion/


The New York Times: http://nytic5fl4w2xwuiz.onion/


Cos'è Lo Yield Farming? Le Piattaforme Migliori (Ethereum e BSC)

A lanciare la moda dello Yield Farming fu probabilmente Compound (anche se la piattaforma che ha perfezionato il tutto è Yearn Finance). 
Ma cos'è lo Yield Farming? Esso consiste nel fornire liquidità a diverse piattaforme di lending (prestito). L'illiquidità in un dex (exchange decentralizzato) sarebbe un grande problema quindi per invogliare gli utenti a farlo si ricevono interessi variabili (derivanti da chi fa trade tramite swap o appunto chiede prestiti), semplicemente fornendo le proprio cripto.
Se fornisco semplice liquidità su Uniswap, Bancor, 1inch, Balancer o Curve non sto facendo uno Yield Farming speculativo (unico rischio risiede in bug dello smart contract o eventuali attacchi hacker).
Se invece faccio lo stesso per ottenere un'altra cripto, il rischio sale (è l'esempio di MakerDAO: blocco Ether, per avere in prestito i 2/3 di Dai del quantitativo bloccato. Se mi servono 400 dollari di DAI, dovrò bloccarne 600 di Ether. Poi dovrò andare a ripagare il mio debito).
Questo presenta una soglia di rischio più elevato (perchè potrei giungere nella situazione in cui i miei token bloccati figurano sotto garanzia, in quanto il valore è diminuito troppo rispetto alla somma presa in prestito). 
Il massimo rischio si ottiene se i token presi in prestito vengono immessi su un'altra piattaforma per avere un altro token che poi andrò a mettere come liquidità su un'altra piattaforma per avere un altro token ancora, etc Tutto ciò porta ad interessi "composti" altissimi. Alti guadagni ma anche alti rischi (derivanti dalle soglie di liquidazione che vedremo meglio sotto).
Di solito tutte queste piattaforme sono accessibili con Metamask.


COMPOUND 
Compound basato sul protocollo Ethereum in estate lanciò il suo token di governance COMP. In generale il protocollo Compound fornisce un servizio di prestito, dando la possibilità agli utenti:

1) Prestare ETH e DAI
2) Prendere in prestito ETH e DAI

Ovviamente in cambio di un compenso. La criptovaluta DAI può essere acquistata con valuta FIAT oppure ottenuta tramite CDP (Collateralized Debt Position) che svolge la funzione di collateralizzazione dei nostri ETH. Una volta ottenuto DAI, tramite la funzione swap otterrò il cDAI e questo aggiungerà automaticamente DAI al pool di liquidità. Con il protocollo Compound, infatti, invece di prestare gli asset direttamente ad altri utenti, si contribuisce al mercato con la propria liquidità. Poi altri utenti useranno la nostra liquidità pagando un interesse quando dovranno restituirla. Le soglie di liquidazioni, il collaterale bloccato e la rete di oracoli (per decidere qual è il prezzo "giusto") garantiscono che il tutto funzioni (se uno degli asset in gioco, in questo caso Ether ma anche DAI, perde o aumenta troppo di valore si viene liquidati prima che ciò accada perchè il nostro prestito diventerebbe sotto-collateralizzato e magari l'utente non è più invogliato a restituirlo; in casi molto rari anche le stablecoin possono avere grosse oscillazioni di prezzo portando alla liquidazione). 
Per evitare liquidazioni esagerate quando ci sono grosse oscillazioni di mercato, alcune piattaforme danno 1 ora di tempo all'utente per aumentare la propria liquidità (i price feed della rete di oracoli è ritardata di 1 ora).
I tassi di interesse composti si basano su algoritmi di domanda / offerta (se c'è molta liquidità, sono più bassi). Ogni crypto ha la propria versione di "cToken", come cDAI nel caso di DAI, che rappresentano gli asset prestati e su cui si stanno guadagnando gli interessi. Non ci sono limiti teorici alle cifre che possono essere richieste in prestito al mercato, ma il protocollo prevede come detto garanzie collaterali che impediscono la richiesta di cifre superiori ai fondi detenuti. I cToken, infatti, vengono utilizzati come garanzia per richiedere prestiti, determinando così il tetto massimo ottenibile.
Qual è il grande vantaggio di questo? Gli utenti possono ottenere prestiti e anche guadagnare interessi. Compound quindi è un "pool di liquidità", che consente di andare oltre i semplici prestiti diretti ai singoli utenti.
Ovviamente sono molte le piattaforme di lending: da Maker passando per Aave, senza scordarci di InstaDapp, Cream Finance, dYdX, Fortube, etc 
Tuttavia fu Compound ad inaugurare il concetto d'interessi "composti".


YEARN FINANCE (YIELD FARMING IN LEVA)
A luglio, le cripto a più grossa capitalizzazione, iniziarono ad aumentare dopo alcuni mesi di crisi (lockdown a marzo) e stallo. Tuttavia la palma di rialzo più grosso spettò proprio a Yearn Finance (YFI).
Il token di governance raggiunse la soglia record di $ 4.664 in pochi giorni, partendo da 0 centesimi.
YFI attirò molta attenzione a causa dei suoi significativi tassi di interesse annuale, aumentando in pochi giorni di oltre l'11.000%.
Fu Andre Cronje a lanciare Yearn.finance, una piattaforma di finanziamento in leva.
Il token YFI nativo, inizialmente non poteva essere acquistato nè tantomeno estratto tramite mining. L'unico modo per ottenere YFI era investire nella loro piattaforma fornendo liquidità. 
Entro un giorno dall'emissione, il valore del token schizzò del 2000% (grazie anche ad una supply di soli 30,000 YFI) anche perché la piattaforma garantiva agli investitori un tasso di rendimento annuo del 1000%. Inizialmente erano supportati nei pools di liquidità:

$ DAI
$ USDC
$ USDT
$ TUSD
$ sUSD (stable di Synthetix)

Il token dopo 1 circa mese e mezzo raggiunse il valore record di 45.000 dollari (non balzò comunque tra le cripto più capitalizzate proprio a causa della sua bassa supply).
Lo Yield Farming in generale prevede una rotazione dei propri fondi su più piattaforme (proprio quello che avviene nell'agricoltura), ovvero si cerca di ottimizzare il "raccolto" perchè gli interessi annuali (APY) cambiano di settimana in settimana. Ad esempio inizialmente potrebbe essere più conveniente depositare liquidità su Bancor piuttosto che su altre, la settimana dopo magari converrebbe usare Aave e così via. Tutto questo, in modo automatico, viene fatto da Yearn Finance (permettendo anche il risparmio del gas). Questa funzione è chiamata "Earn" (le piattaforme supportate le leggo in "Apr").
Tuttavia la sua funzione più interessante (e speculativa ai massimi livelli) sono i Vaults: quello che si diceva all'inizio. Blocco il collaterale per chiedere prestiti e in più ottengo un token (YFI in questo caso) che andrò a bloccare su un'altra piattaforma ottenendo un altro token che andrò a mettere in prestito su un'altra piattaforma, etc tutto ciò crea interessi altissimi (ovviamente i token ottenuti possono essere anche venduti e scambiati per stablecoin o altri token per aumentare la liquidità a disposizione o in base alle esigenze). Presente anche la funzione "Cover" (un'assicurazione sui fondi) gestita da Cover Protocol appunto (posso decidere quanti dei miei token messi nei vari pool...assicurare). 
Anche se non connesso a YFI, il token di governance Cover è stato bucato da un attacco hacker a fine dicembre 2020. Questo token messo in staking garantiva una rendita e diritto di voto. Un hacker ha trovato un bug nello smart contract che gli ha permesso di coniare infiniti token Cover (facendo stake/unstake continuamente) che poi sono stati venduti sui Dex facendo crollare il prezzo di Cover (per un controvalore di 4 milioni di dollari in Ether, Dai, WBTC e Chainlink).


HARVEST FINANCE
Il moto della piattaforma è "Your hard work is about to become easier with Harvest".
Harvest.finance è molto simile a Yearn Finance: fornisco liquidità sotto forma di diversi token e questi poi vengono distribuiti dove è più conveniente (Curve, Compound, Sushiswap, Balancer, Cream, etc). Come incentivo nel fornire liquidità, oltre agli interessi, viene dato il token nativo Farm.
Ad esempio si arriva ad APY di oltre il 30% su stablecoin (con deposit and stake posso ottenere gli interessi su ciò che ho depositato più il token Farm).
I token Farm ottenuti posso metterli a loro volta sotto forma di liquidità sulla piattaforma ottenendo un'APY superiore al 150%.
Tramite "unstake" e "withdrawl" posso riprelevare la liquidità fornita. I pools vengono cambiati settimanalmente.


CREAM FINANCE
Cream è un fork di Compound (che funziona su Ether ma anche sulla BSC) e permette anch'esso di prendere in prestito token per guadagnare interessi. 
La funzione più interessante anche qui è quella dei vaults. Forniamo la liquidità a un pool:

-Uniswap
-Balancer
-Cream

In breve, forniamo liquidità a chi ha bisogno di prestiti e quindi guadagniamo una rendita (interessi) dal mutuatario.
Non solo...anche qui ci viene dato un token che testimonia il nostro possesso di una quota del pool. Il nome del token ricevuto (ricompensa) cambia in base al pool utilizzato, su Cream guadagneremo Cream (o YFI per Yearn Finance).
È chiaro che si tratta di operazioni molto rischiose perché stiamo fornendo liquidità su più piattaforme, tuttavia i rendimenti annuali sono enormemente più alti.
Il pool di Cream è Cream Swap.
Faccio un ulteriore esempio: metto Ether come liquidità nel pool Cream e riceverò il token nativo della piattaforma. Posso andare a mettere questo token su Yearn Finance ricevendo un altro token nativo della piattaforma utilizzata (YFI). Metterò questo nuovo token (dopo averlo tradato in stable) sulla piattaforma Curve e così via.
Ipoteticamente blocco Ether per prendere Dai, questi Dai li vado a mettere in un altro pool e magari li vendo per avere più Ether, prendendo ulteriori Dai e così via (tutto ciò porta a guadagni abnormi ma aumenta anche i rischi di liquidazione).
Oltre a liquidazioni ed hack, un problema potrebbe essere anche la mancanza di liquidità nel momento in cui vorrei prelevare, per questo le persone sono incentivate a fornire liquidità con interessi così alti.


SUSHISWAP
SushiSwap è un dex simile ad Uniswap che fa da exchange e permette di fornire anche liquidità generando il token Sushi che viene farmato in alcuni pool (liquidity mining). I pool sono a coppia e garantiscono ritorni elevatissimi (ad esempio DAI/Eth, Ren/Eth, USDC/Ether, etc) basta andare su "farms" (earn Sushi). Visto che molti, forniscono liquidità e poi vendono i token farmati, la piattaforma per proteggere Sushi dal suo deprezzamento blocca 2/3 dei Sushi farmati per 6 mesi (solo 1/3 è possibile venderlo subito) e garantisce anche ricompense per l'holding (dando interessi per lo staking dello stesso: Xsushi. Da dove provengono le ricompense elargite? Dalle fees ricavate dalla piattaforma quando si svolge una qualsiasi operazione, essendo tutti smart contract).
Va precisato che in questi pool di liquidità dovrò mettere appunto due coins: 50 e 50% (otterrò il token SLP, ovvero Sushi Liquidity Provider che sta a dimostrare che possediamo una quota del pool dove abbiamo fornito liquidità. Andrò poi in menù e nel pool della coppia scelta lo andrò a mettere in staking per ottenere Sushi. In "Omakase" vedrò i Sushi bloccati per 6 mesi e quelli Harvestable che posso farmare ottenendo Xsushi che si diceva prima). 
"Unstaked" sono quelli che deteniamo dopo averli farmati (non gli Xsushi) e "Staked" sono gli Xsushi. Gli Unstaked messi in staking diventando poi Xsushi e mi permettono di guadagnare commissioni su tutta la piattaforma (togliendoli dallo staking posso invece trasferirli altrove e/o venderli).
Qual è il rischio di questi pools di liquidità? Fornendo liquidità sotto forma di due cripto, esse devono mantenersi in un certo rapporto (stabile). Se una delle due aumenta (o diminuisce) troppo rispetto all'altra otterrò un'impermanent loss (ovvero avrei guadagnato maggiormente holdandoli semplicemente nel mio wallet, piuttosto che metterli nel pool). Perchè succede questo? Semplicemente perchè in questi pools i valori devono mantenersi in un rapporto più o meno fisso (il sistema proverà sempre a bilanciare la coppia diminuendo/aumentando il quantitativo di token in base al valore dell'altro).


PANCAKESWAP, BEEFY FINANCE E BINANCE SMART CHAIN
Dei progetti più interessanti della BSC (Binance)ne avevamo già parlato in questo articolo: Migliori Progetti Sulla Binance Smart Chain (Exchange, Yield Farming, Lending, NFT e Giochi)
Velocissimamente diciamo che PancakeSwap è simile ad Uniswap e Sushi, solo che funziona con i token BEP20 della Binance Smart Chain (e quindi non con gli ERC20 di Ethereum). Ciò si traduce in maggiori velocità e bassi costi di transazione. Si tratta di un Dex (exchange) con pools di liquidità e token farmabili. Dai pools si può ottenere il token nativo Cake che può essere messo in staking per ottenere altri token. Anche qui andranno messi in coppia: ad esempio Cake/BNB ed avrò il 191% annuo del token Cake (nei pool speculativi, l'APY aumenta di molto).
Per vedere gli APY annuali di ogni coppia supportata andrò su "Farms" e sceglierò la mia preferita.
Poi andiamo su Trade/Liquidity/Pool/Add Liquidity e scegliamo la coppia.
Da qui otterrò un token LP e sarà sempre in "Farms" che lo andrò a mettere in staking (ad esempio Cake/BNB-LP). Una volta aggiunti e pagata la transazione, leggerò a lato i Cake guadagnati in tempo reale. Facendo "Harvest" posso sbloccarli, trasferendoli sul mio wallet.
A loro volta, questi Cake guadagnati (o altri che posseggo), posso metterli nel Syrup Pool per guadagnare altri Cake o token (TWT, Ditto, etc). Anche qui gli interessi annuali superano il 200%.
Beefy.finance è una Yield Farming Optimizer Platform, anche qui abbiamo i vari pools di liquidità a coppie che abbiamo visto in PancakeSwap con APY davvero elevati.
Come Yearn Finance, anche qui, la piattaforma sceglie l'APY migliore spostando le coin.
E' possibile farmare il token nativo BIFI e metterlo a sua volta nel vault per guadagnare ulteriori interessi. Il token, avendo una supply di 80.000, può avere aumenti molto elevati se la piattaforma continuerà a crescere come sta facendo.
Sicuramente si tratta di YFI, solo che sulla Binance Smart Chain (e non Ethereum).
Non sai come ottenere i token BEP20? Configurare Metamask Con La Binance Smart Chain


ALCUNI SCAM
La moda è stata lanciata da Sushi che ha seguito quanto fatto da Uniswap e YFI (e dagli altri token cloni nati poco dopo: YFII, YFLink, YFValue, YFFI, etc). 
Alcuni dei protocolli DeFi più noti in truffe di questo tipo (pompando e dumpando il prezzo in pochi giorni) sono stati Hotdog e Pizza (era presente anche Spaghetti-Pasta).
Hotdog era un clone di Uniswap, proprio come SushiSwap, promettendo APY migliori e condividendo il token di governance. I farmers alla ricerca di guadagni facili ovviamente si sono riversati sulla piattaforma.
I token Hotdog sono balzati a $ 6.000 in poche ore, secondo le classifiche di Uniswap.info. Poi c'è stata una massiccia vendita che nel giro di un'ora ha fatto crollare il prezzo ad 1 dollaro.
Nel corso di 5 minuti, i token Hotdog sono passati da $ 4000 a $ 1 (scendendo poi sotto $ 0,0001).
Queste truffe sono possibili proprio grazie alla natura degli scambi decentralizzati che consentono a chiunque di creare token (e clonarne altri esistenti). Una volta fornita una certa liquidità con ETH, gli scammers possono gonfiare artificialmente il prezzo del token controllando ETH.
Una volta che gli acquirenti creduloni si sono riversati sulla piattaforma depositando denaro, i token vengono venduti, con i prezzi che crollano man mano.
Un'altra piattaforma DeFi clonata chiamata Pizza Finance ha anche offerto rendimenti a 6 cifre per i suoi fornitori di liquidità. La stessa cosa è successa con questo token: in sole due ore, Pizza è balzata a $ 370 prima di tornare a 0.

domenica 10 gennaio 2021

Cos'è e Come Funziona Parler: Il Social Senza Censura

Dopo l'assedio a Capitol Hill e il ban di Donald Trump dai social network si è sentito parlare della piattaforma Parler (creata da John Matze). Ovvero un social simile a Twitter (e in parte Instagram) senza censura. Oltre a Trump, è frequentato da conservatori, teorici di cospirazioni (QAnon ad esempio) ed estremisti (antisemiti ed antifemministi). Anche se la libertà di parola tanto profetizzata lo è solo in parte perchè pare che siano stati banditi utenti che hanno criticato la piattaforma o determinati argomenti portati avanti da esponenti dell'estrema destra. Ci sono circa una decina di milioni di iscritti.
In ogni caso negli ultimi mesi Facebook e Twitter avevano bandito i gruppi del complotto QAnon, quelli del movimento di estrema destra Boogaloo, avevano oscurato l'ex stratega della Casa Bianca Steve Bannon (bannato anche da Youtube per le sue campagne razziste ed arrestato anche per frode) e limitato il movimento Stop The Steal, che sostiene le teorie sui brogli elettorali a favore dei democratici. In pratica, i social network negli ultimi tempi stanno facendo terra bruciata attorno ad alcuni gruppi schierati a sostengo di Donald Trump. Ecco i motivi per cui molti di questi si sono trasferiti su Parler.
Più in generale, si tratta di un sito e di un'app dove i "parleys" (feed tipo Twitter) seguono un ordine cronologico e non algoritmico. Sono presenti anche i "mi piace" (voto) e il "retweet" (eco).

Ci sono tre tipo di utenti (parleyers):
1) Verificati con profilo rosso (appartenenti al governo)
2) Personaggi pubblici (badge dorato)
3) Profili parodia (badge viola)

Gli argomenti che vanno per la maggiore sono quelli citati sopra e su di questi non c'è alcun tipo di filtro/controllo. Quindi è facile anche far circolare fake news. Sono vietati però terrorismo, CP e violazione di Copyright.
A seguito dell'annuncio di Trump di continuare ad utilizzare il social per diffondere le sue idee, Google ha diramato un comunicato che il social avrebbe dovuto rivedere le sue linee di guida di moderazione.
Visto che ciò non è successo è stata estromessa l'app dal suo Play Store.

sabato 9 gennaio 2021

Donald Trump Bannato Dai Social Network (Assalto Capitol Hill)

Come tutti saprete, Capitol Hill (Washington) è stato assaltato da un centinaio di scalmanati aizzati da Donald Trump. Secondo Trump, le elezioni che lo avevano visto preferito a Biden, sono state rubate dai democratici.
Partecipanti all'assedio (dove sono stati spaccate porte e finestre) del congresso americano dove deputati e senatori erano riuniti per celebrare Joe Biden, c'erano anche personaggi già noti quali Jake Angeli (detto lo Sciamano)Jon Schaffer della Metal band Iced Earth.
La zona è stata trasformata in un vero e proprio campo da battaglia con i parlamentari costretti a fuggire con maschere anti-gas, polizia e facinorosi armati.
Ci sono stati 4 morti (di cui un poliziotto), 13 feriti e 52 arresti (per possesso di armi da fuoco, violazione di coprifuoco ed ingresso illegale nel congresso). Gli altri che sono riusciti a fuggire, tra tutti Schaffer, ora sono latitanti e ricercati da polizia e FBI. 
Il sindaco di Washington Muriel Bowser ha dichiarato lo stato di emergenza nella capitale americana per 15 giorni, ovvero fino al 21 gennaio, il giorno successivo al giuramento di Biden, confermando anche il coprifuoco. 


TRUMP BANNATO DAI SOCIAL NETWORK
L’atteggiamento di Trump, condannato da tutti i suoi predecessori, compreso George W.Bush jr avrà gravi ripercussioni nei prossimi 14 giorni (ultimi della sua presidenza) ma anche sui social network (reo di una campagna spesso aggressiva e dedita alla rivolta). Inoltre dentro la Casa Bianca c’è chi si è spinto a ragionare attorno al 25esimo emendamento della Costituzione, che consentirebbe di rimuoverlo prima del suo tempo dalla carica. 
Si diceva dei social perchè Trump è sempre stato uno notevolmente attivo (soprattutto su Twitter). Lo stesso in seguito all'assalto è stato bannato temporaneamente dai principali social media, Twitter e Instagram, e fino alla fine del mandato da Facebook. Dopo l'assalto al Congresso, il presidente uscente era intervenuto con un video in cui ribadiva l'accusa di elezioni falsate invitando comunque i suoi sostenitori a "tornare a casa". 
Inizialmente Twitter, ha cancellato alcuni degli ultimi cinguettii di Donald Trump, fra i quali il video registrato in cui invitava i manifestanti ad andare a casa pur continuando a denunciare brogli elettorali. Successivamente sempre Twitter ha bloccato l'account di Trump per 12 ore. La società ha inoltre spiegato che ulteriori violazioni delle politiche del social, incluse quelle inerenti minacce e violenza, si tradurranno in una sospensione definitiva dell'account.
In seguito, anche Facebook ha bloccato il presidente per 24 ore e poi a tempo indefinito. Mark Zuckerberg ha spiegato in un lungo post che l'account sarà inutilizzabile "indefinitamente e per almeno le prossime due settimane fino a quando la transizione di potere non sarà completata". Il fondatore di Facebook ha spiegato che la rimozione dei post del presidente Usa è avvenuta perché "il loro effetto, e forse il loro intento, era provocare ancora più violenza". 
Anche Instagram ha preso la stessa decisione.
Il video in cui Trump invita i manifestanti ad andare a casa, denunciando però allo stesso tempo frodi alle ultime elezioni presidenziali americane, è stato rimosso anche su YouTube perché "viola le politiche sulla diffusione dei brogli elettorali".
Nel comunicato, Trump si dice non sorpreso dalla sospensione di Twitter: "Lo avevo previsto. Vogliono mettermi a tacere, vogliono mettere a tacere voi e i 75 milioni di grandi patrioti che hanno votato per me. Non ci metteranno a tacere. Stiamo trattando con vari altri siti e a breve avremo un grande annuncio, nel frattempo stiamo valutando la possibilità di costruire una nostra piattaforma".

Ovvero si fa riferimento al possibile esodo di Trump e dei suoi sostenitori verso piattaforme social, tipo Parler (ovvero una piattaforma basata sul primo emendamento americano: la libertà di espressione. Ciò vuol dire che non c'è censura e che possono proliferare anche qualsiasi tipo di fake news. Sono banditi solo CP, violazione di copyright e terrorismo). Trump inoltre ha ribadito di non aver fatto nulla e di non capire le critiche che gli sono state mosse. Il figlio Donald Jr: ha ribadito che la libertà di parola è "morta con big tech. E il senatore repubblicano Rick Scott parla di "Vergogna. Twitter sospende il presidente Trump, ma consente all’ayatollah di parlare della possibilità di spazzare via Israele".
Nikki Haley, che inizialmente aveva preso le distanze dal presidente Trump, dice: "Mettere a tacere la gente, per non parlare del presidente, è quello che succede in Cina, non nel nostro Paese".
Critico anche il New York Post di Rupert Murdoch, anch’esso severo con Trump di recente. "Twitter è guidata da liberal americani, che mettono sotto esame solo un tipo di persona e solo un’area politica".
Nella nota che accompagna la sua decisione, Twitter spiega che "piani per future proteste armate sono già iniziati a proliferare, incluso un nuovo attacco al Congresso proposto il 17 gennaio", mentre Trump sarà ancora alla Casa Bianca. 

Ma tutto ciò è giusto? E' democratico? E la libertà di parola? Il discorso è che quando ci si iscrive ad un social ci sono delle politiche da rispettare e se le si infrange è giusto essere accompagnati alla porta.
Al di là della gravità della cosa in sè e della carica che si ricopre (che è un'aggravante ulteriore).
Ci si potrebbe chiedere però "perchè è successo solo ora, a seguito di questi gravi fatti, visto che Trump è dedito ad un utilizzo aggressivo e razzista dei social...da sempre?".

giovedì 7 gennaio 2021

Quale Dex Potrebbe Fare L'Airdrop Come Uniswap e 1inch?

Alcuni Dex (exchange decentralizzati) hanno airdroppato il loro token (per un totale di oltre 1000 dollari) agli utilizzatori della piattaforma. E' il caso prima di Uniswap, poi di 1inch. Perchè? Semplicemente non avevano il loro token di governance ed hanno deciso di crearlo da un giorno all'altro.
Poi ne hanno distribuito una parte a chi aveva svolto transazioni o fornito liquidità. Chiaramente questi token airdroppati in modo free, in linea di massima, non sono un "regalo" sceso dal cielo...ma sarebbero dovuti servire per la governance di quei protocolli (nuove proposte, votazioni nelle stesse, etc) perchè hanno diritto di decisione solo gli "hodlers" del token.
Ovviamente la maggior parte delle persone che hanno ricevuto l'airdrop (avendo interagito con le due piattaforme), lo hanno subito venduto per ricavare profitti.
Vi ricordo comunque che fare qualche altra transazione (o iniziare da oggi la prima volta) su 1inch potrebbe essere una buona idea (non si sa mai che realizzano un altro airdrop nell'immediato futuro; quasi impossibile invece che ne faccia un altro Uniswap in quanto hanno bloccato il farming del loro token nei pool, forse per proteggere il token dalla vendita massiccia che avviene in questi casi): 1inch (Exchange)
Al di là di ciò, altri Dex o piattaforme di Trading (sempre decentralizzate) non hanno ancora il loro token quindi ci si potrebbe chiedere quale sarà la prossima piattaforma a creare il proprio token e a fare quello che hanno fatto Uniswap e 1inch? Qui, vediamo le principali.
Ma come funzionano? Basta semplicemente collegare Metamask sul loro sito ed appunto avere delle cripto depositate (Ether per il gas) per eseguire le trade (non c'è bisogno di fare alcuna registrazione).


DYDX
Probabilmente è l'indiziato numero 1 (insieme a Metamask), essendo la piattaforma più grossa rimasta senza token. Non è un exchange in senso stretto come Uniswap o 1inch quanto una piattaforma di Trading che permette anche di usare la leva e chiedere prestiti. Nel momento in cui scrivo i volumi superano i 6 miliardi di dollari. Quando Uniswap fece il noto airdrop, DYDX e 1Inch si lamentarono perchè non erano stati premiati anche gli utilizzatori delle loro piattaforma (che avevano comunque interagito con Uniswap, del resto 1inch ad esempio è un Dex Aggregator che usa anche Uniswap).


METAMASK
In realtà nessuno ne parla ma un po' come si poteva facilmente immaginare per 1inch, questo è un forte candidato. Si tratta probabilmente del wallet Ethereum più noto che dà qualche mese ha aggiunto anche uno swap interno (simile ad Uniswap). Molti wallet hanno il loro token (pensiamo ad Atomic Wallet, Trust Wallet, il nuovo SafePal, etc).
Qui una guida per la Binance Smart Chain e xDAI (ma il discorso è analogo per gli Erc20, visto che nasce configurato proprio per Ethereum): Configurare Metamask Con La Binance Smart Chain ed xDai


PARASWAP
Più simile ad Uniswap che ad 1inch, ParaSwap è un Dex Aggregator di medie dimensioni (come liquidità). Vengono mescolati pool di liquidità per ottenere prezzi migliori e tariffe gas più economiche.


MATCHA
Anche su questa piattaforma chiamata Matcha è possibile trovare il prezzo migliore per le trade: utilizzano Uniswap, Curve, Bancor, Balancer, Ox, Kyber, Mooniswap (1inch), Shell, mStable.


ZAPPER
Altro exchange DeFi: Zapper.Fi


OPENSEA
Si tratta del mercato forse più grosso per quanto riguarda gli NFT. Non hanno il loro token, a differenza ad esempio di Rarible (che lo ha airdroppato a chi aveva eseguito vendite sulla piattaforma).
Il market lo trovate qui: OpenSea


OPENOCEAN
Si tratta di un dex aggregator sulla Binance Smart Chain (Full Chain: BNB, ONT, Ether, etc): OpenOcean

lunedì 4 gennaio 2021

Tutte Le Funzioni Di Crypto.com: Bonus, Syndicate, Supercharger e Carte Con Cashback

Crypto.com è un exchange inglese di criptovalute che consente di ottenere innumerevoli vantaggi mettendo in staking la loro criptovaluta chiamata Cro. Iniziamo col dire che esistono due tipi di iscrizioni: all'exchange (accessibile da browser) e all'app (che è connessa alle funzionalità della carta).
Iscrivendosi all'exchange con il refer link Crypto.com (Iscrizione Exchange) è possibile ottenere sino a 50 dollari di bonus in Cro semplicemente depositando (si ottiene come bonus il 2% del deposito. Il deposito deve essere esterno: tipo inviare cripto da un wallet privato, Binance o altri exchange). Questo bonus finirà in staking e sarà utilizzabile tra 180 giorni.
Il secondo bonus invece riguarda lo staking: mettendo in staking almeno 1000 Cro si ottiene un bonus di 10 dollari (arriva sino a 50 dollari, mettendone in staking più di 5000) subito utilizzabile come volete.
I vantaggi più grandi si hanno appunto mettendone almeno 5000 in staking: oltre al bonus di registrazione, avrò un 10% annuo sullo staking dei Cro, sconti del 10% sulle commissioni di Trading (utilizzando Cro per pagare le commissioni delle Trades ed avendone anche 5000 in staking, si viene addirittura pagato quando si svolgono le trades) ed altri vantaggi sul programma Syndicate (che vedremo sotto).
Ovviamente con 10000 o oltre, i vantaggi aumentano ulteriormente. In generale le fees comunque sono basse, stesso discorso per lo spread.
Sottolineo che i quantitativi di Cro messi in staking (e relativi vantaggi) possono variare, proprio perchè il valore di Cro è volatile quindi la società può modificare le varie soglie. Ovviamente non è retroattivo: ovvero fa fede il momento in cui iniziate ad usare quel servizio (successive modifiche non vi riguardano, a parte chiaramente l'APY che può subire sempre modifiche).


STAKING
Più nello specifico, oltre ai vantaggi visti prima, mettendo in staking (per 180 giorni) un certo numero di Cro posso guadagnare anche interessi annualizzati. Mi verranno pagati giorno dopo giorno.
Presente anche una funzione di "Soft Staking" in cui riceverò interessi semplicemente avendo Cro nel mio wallet (l'Apy non è granchè, tuttavia non dovrete fare niente, se non attivare il Soft Staking con l'apposito tasto ed accettare i termini di utilizzo).


THE SYNDICATE
Quando parte quest'evento è possibile ottenere diverse coin scontate del 50% (questo programma è stato fatto per Bitcoin, Synthetix, Egold, Zilliqa, etc). Praticamente nel pool viene messo un numero massimo di cripto che è possibile comprare ricevendo uno sconto del 50%.
Quali sono i prerequisiti? Avere almeno 5000 Cro in staking ed aver mosso volumi negli ultimi 30 giorni di almeno 5000 dollari. In base a questi due fattori (aumentano i vantaggi avendone di più in staking e muovendo maggiori volumi) si avrà un massimale del pool (allocazione) che è possibile comprare (ovviamente questo dipenderà anche dal numero di partecipanti totali all'evento).
Al termine se accetterò il massimale che sono riuscito a prendere, i miei Cro in staking, verranno convertiti nella coin dell'evento.


SUPERCHARGER
Si tratta di un pool di liquidità simile ad Uniswap o ai Launchpool di Binance. Nel periodo di "ricarica" devo depositare liquidità sotto forma di Cro (primi 30 giorni), in seguito nel periodo di "ricompensa" (giornaliero) mi verranno airdroppate le coin del Supercharger (Bitcoin, Polkadot, Uniswap, etc).
Più è la quantità di Cro messi nel pool e più sono i giorni in cui partecipo all'evento e maggiori saranno le ricompense che otterrò. I Cro possono essere messi e tolti quando si vuole (ovviamente dovrò utilizzare altri Cro e non quelli che ho in staking). Il rendimento stimato è l'Apy e varia sempre.


EFFETTUARE ACQUISTI CON CRIPTO (CARTE CON CASHBACK)
Si tratta di una carta di credito (con iban) che è possibile ricaricare con criptovalute facendo acquisti e ricevendo un cashback! La carta è possibile ordinarla tramite l'app (che fa da wallet e permette anche di acquistare cripto).
Per quanto riguarda le fees: praticamente non ci sono. Nessun costo mensile, nè di conversione nè di ricarica nè altro tipo di spese nè di spread o slippage (se invio 100 euro di BTC e li converto in euro, avrò 100 euro esatti, volatilità di BTC a parte).
Ma come funziona la carta? Io vendo le mie cripto per euro e poi posso effettuare gli acquisti con quel saldo (Card/Top Up From). Convertiti i fondi in euro (Fiat Wallet), non sarà più possibile però fare l'operazione inversa. Posso ricaricare gli euro anche tramite bonifico (riceverò sempre cashback in cripto). 
E' possibile ricevere anche un bonus di 25 dollari in Cro, mettendo in staking almeno 2.500 Cro: Crypto.com (Bonus App).
In generale quando si effettua un acquisto, il cashback varia dall'1 al 8% in base al tipo di carta.
Posso scegliere una carta piuttosto che un'altra in base ai Cro che decido di mettere in staking sull'app (ricorda che avrai anche un bonus di 25 dollari in Cro).
Questi sono i vantaggi:
1) Quella free (blu) senza mettere in staking nulla garantisce solo un cashback dell'1%
2) Quella rossa prevede lo staking di 2.500 Cro (circa 170 dollari al cambio di oggi) e garantisce il 2% di cashback e il 100% di rimborso su Spotify (cioè inserisco la carta come metodo di pagamento e sino ad un massimo di 12.99 dollari al mese mi viene ridato in Cro). Quindi ipotizzando un 1000 euro spesi al mese con la carta si avrà un cashback di circa 30 euro
3) Quella verde (con 25.000 Cro) prevede un cashback del 3% e il rimborso 100% su Spotify e Netflix. Si otterrò quindi indietro circa il 3,5% al mese (a ciò va aggiunto il fatto che avere almeno 25.000 Cro messi in staking permette di maturare anche una rendita passiva sino al 6% annuo)
4) Quella bianca/rosa (con 25.0000 Cro) garantisce cashback del 5% ed oltre a Spotity e Netflix rimborsa anche Amazon Prime (sino ad un massimo di 12.99 dollari al mese), fornisce uno sconto del 10% su Expedia, interessi sul bonus sul deposito da refer e un pacchetto con merchandising
5) Quella nera (con 2.500.000 Cro) oltre a tutti i vantaggi visti prima con 8% di cashback, garantisce altre speciali offerte, assistenza clienti personalizzata e vantaggi quando si utilizza un jet privato in partnership con Crypto.com. Ma appunto si tratta di bloccare circa 150.000 dollari in Cro.


Vorresti ricevere cashback in Bitcoin, senza nessuna carta, semplicemente comprando online mediante siti italiani? Vai qui: Ottieni Cashback In Bitcoin Comprando Online

sabato 2 gennaio 2021

Monero e Le Attività Illegali Sul Dark Web: Delistato Da Bittrex

Le statistiche dalla dashboard dei pagamenti mostrano che White House Market è il primo mercato del Dark Web ad accettare solo Monero (XMR) come metodo di pagamento (qui avevamo già parlato della scalata delle altcoin su TOR: Migliori Market e Criptovalute Accettate). 
Tuttavia, oltre a Bitcoin, Dash, Zcash, Bitcoin Cash e Litecoin, sempre più mercati accettano Monero per i pagamenti. XMR è infatti supportato su Darkbay, Cannazon, Darkmarket, Torrez Market, Cypher Market, Dark0de, Mega e Monopoly Market. 
I dati a fine 2020, mostrano che il 45% dei fornitori sul Deep Web accettano Monero come mezzo di pagamento (seconda più usata dopo Bitcoin).Ovviamente la storia di Monero sul Dark Web è molto più antica essendo stata utilizzata già sui defunti Nightmare, Icarus Market, Cryptonia, Berlusconi Market, Oasis Market e sui due giganti Alphabay ed Empire.
In ogni caso, l'utilizzo di Bitcoin non è in pericolo: negli ultimi 3 anni il suo utilizzo su TOR è cresciuto del 340% (nell'ultimo anno di circa il 65%).
Al di fuori di TOR, alcuni forum russi (Exploit e XSS) hanno aggiunto Monero a Bitcoin, sottolineando che probabilmente in futuro sarebbe rimasto solo Monero.
Con una mossa non tanto a sorpresa, l'exchange di criptovalute Bittrex, ha annunciato il delisting di Monero. I motivi sono le regolamentazioni inerenti KYC (riconoscimento con carta d'identità) e le norme antiriciclaggio. Ovviamente si legge che anche ZCash (ZEC) e DASH (DASH) andranno incontro alla stessa sorte.
Dash presenta una funzionalità chiamata PrivateSend (CoinJoin), che è una tecnica per mixare le transazioni, rendendo più difficile il tracciamento (la funzionalità non è di default ma si può scegliere o meno).
CoinJoin viene utilizzato dal 2013, con l'obiettivo di consentire agli utenti di Bitcoin di "spezzare" le loro transazioni e quindi rendere difficile rintracciare i fondi. Dash ha essenzialmente adottato lo stesso approccio ed ha integrato direttamente questa funzione.
Tuttavia, la blockchain di Dash è pubblica.
Possiamo fare un discorso simile per Zcash che dà la possibilità di effettuare transazioni pubbliche, parzialmente schermate o completamente anonime, quindi solo chi utilizza quelle completamente schermate sarebbe al sicuro dai sistemi di tracciamento.
I guai più grossi invece riguardano Monero, visto che XMR grazie a Cryptonote Protocol presenta la blockchain completamente crittografata (offuscando mittente, destinatario ed importo). Come prevedibile, il delisting da Bittrex sta facendo dumpare il prezzo di Monero.
In generale sul Dark Web, molti utenti acquistano Bitcoin e poi lo scambiano con Monero offuscando tutto.


E' POSSIBILE TRACCIARE LE TRANSAZIONI DI MONERO?
In realtà, secondo alcuni studi, XMR non sarebbe completamente anonimo o quantomeno si starebbe studiando un modo per renderlo più tracciabile.
Un altro studio di CipherTrace ha depositato un brevetto per il tracciamento: "Techniques and Probabilistic Methods for Tracing Monero". I brevetti coprono:

-Strumenti forensi per esplorare i flussi delle transazioni 
-Sviluppo di metodologie di tracciamento originali basate su tecniche di simulazione e approcci bayesiani
-Metodi statistici e probabilistici per assegnare un punteggio alle transazioni e raggruppare i probabili mittenti
-Approcci probabilistici per il controllo sul riciclaggio di denaro basati sul rischio
-Strumenti di visualizzazione delle transazioni e modi per rintracciare XMR rubati o illeciti
-Metodologie per acquisire informazioni sulle transazioni che si basano su nodi di terze parti.
-Intelligence

CipherTrace ha sviluppato questi strumenti all'inizio del 2019 nell'ambito di un progetto del Department Of Homeland Security. Questo progetto ha gettato le basi per la futura implementazione del clustering delle transazioni, dell'identificazione dei wallet e di qualsiasi funzionalità in grado di fornire alle forze dell'ordine più strumenti per indagare sulle transazioni e sugli indirizzi relativi ad attività criminali.