Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

martedì 27 maggio 2014

Come Guadagnare Con Un Blog (Consigli)

Avete un Sito? Un Blog? O analoghi?
Quali sono i fattori che determinano la popolarità o meno e quindi, se vogliamo, il guadagno di un sito?
Mettendo da parte posizionamento sui motori di ricerca, SERP e quant altro possiamo individuare qualche punto che ci permette di migliorare la nostra esperienza e quindi anche quella dei lettori.



PUNTI CHIAVE
1) Differenziazione dei contenuti: in sostanza, non solo articoli, ma anche newsletter, e-book, podcast, video e tutto quello che vi viene in mente.
Una grande variabilità si tramuta in capacità di parlare a diversi lettori e quindi grande fonte di link in entrata.

2) Scrittura semplice: più di qualcuno sottolinea come una scrittura semplice e rispettosa delle buone norme di SEO sia una condizione necessaria per conquistare una duratura attenzione da parte dei lettori.
3) Nicchia: ogni blogger ha sviluppato una propria nicchia, un proprio stile comunicativo e delle specificità anche all’interno dei settori più generalisti.

4) Costanza: un blog ha uno sviluppo lento ma costante e sicuro.
Serve però pazienza e lavoro continuo.

5) Frequenza nella pubblicazione: forse uno degli elementi più importanti, per scalare le SERP e le preferenze dei lettori.
Pubblicazione settimana dopo settimana o meglio giorno dopo giorno.

6) Datamining: un elemento essenziale per generare sempre più traffico è data dall’immortale e-mail marketing.
L’indirizzo e-mail ha un valore nettamente più alto di fan e follower.


SCRIVERE UN BUON ARTICOLO
1) Scegliere un titolo interessante

2) Iniziare “col botto”.
Partiamo con il piede giusto, con una rivelazione, una sorpresa: questo sarà la conferma nella mente del lettore che il titolo non dava false promesse.

3) Numeri. Quando possibile, inseriamo qualche numero/statistica a sostegno di ciò che diciamo.

4) I concetti espressi tramite punti elenco mantengono alta l’attenzione del lettore, purché siano pregni di valore ma al tempo stesso brevi.

5) Utilizzare delle immagini.
Allo stesso modo del titolo, le immagini servono per stimolare la curiosità degli utenti e per aumentare il CTR sul link che posterete qua e là.

6) Utilizzate spazi.
I blocchi di testo troppo corposi annoiano i lettori.
Mixate i concetti con immagini (dove serve), citazioni, punti elenco e sicuramente anche con sottotitoli, utili a dividere in paragrafi la vostra pagina o articolo.

7)Grassetti, corsivi, punteggiatura corretta e link sono riferimenti per l’occhio del lettore: guidano la lettura e aumentano il tempo di permanenza nella pagina.




CONTENUTI
Fate si che il vostro contenuto emerga dagli altri esistenti: sicuramente altre persone hanno scritto sul tema che avete scelto e ne scriveranno ancora.
Cercate di trovare un taglio personale, una prospettiva che vi contraddistingua.
Insomma, portate valore aggiunto di modo che il vostro articolo abbia qualcosa in più delle decine che si trovano in rete.
Siate coerenti con i vostri argomenti affinché il vostro lettore possa riconoscervi ma non solo: cercate sempre di avere un occhio di riguardo per Google stando ben attenti alle query di ricerca.



RIPROPORRE CONTENUTI E CONDIVIDERLI
Non è per nulla semplice riuscire a trovare sempre nuovi argomenti per i vostri siti e blog, il rischio è quello di cadere nel banale scrivendo articoli di dubbia utilità.
Ma probabilmente variare sempre argomenti non è poi così indispensabile.
Infatti, anche riproporre e rivisitare contenuti esistenti reca con se’ diversi vantaggi in termini di visite e salute del vostro sito web.

Oltre a limitare gli sforzi di innovazione continuare sugli stessi argomenti porta a:
1) Migliorare le vostre performance e la vostra visibilità su parole chiave di vostro interesse

2) Aumenta la vostra autorevolezza sull’argomento specifico

3) Ottenere più link in entrata su tali argomenti, grazie all’aumento della vostra visibilità sui motori di ricerca e all’autorevolezza stessa che avete conquistato

Una volta scelti i contenuti di maggiore successo, osservando il numero di condivisioni sui Social Media, il numero di visite e il tempo di permanenza sulla pagina che trovate su Google Analytics, avete svariate possibilità per innovare e rivisitare ciò che già c’è.
Alcuni articoli anche molto interessanti, dopo pochi mesi potrebbero necessitare di una rinfrescata: le cose cambiano in fretta, perciò spesso è sufficiente riscrivere l’articolo sistemando pochi pezzi, senza dimenticare di citare la vecchia fonte.
E se l’articolo vecchio avesse un ottimo posizionamento sui motori di ricerca?
Beh, a questo punto conserviamo l’url e andiamo a fare qualche modifica sull’articolo esistente.
Anche creare una presentazione, magari con programmi come Canvas o Prezi (Guida) può aiutare, stando ben attenti a non appesantire troppo le pagine.
Riproporre contenuti, però, significa anche diffonderli con continuità sui Social Network: ri-diffonderli in differenti orari porta degli inaspettati vantaggi in termini di ritweet, mi piace e condivisioni.
Secondo BufferApp, il numero di interazioni sociali alla seconda e terza vostra condivisione è di poco inferiore rispetto alla primissima.

Nessun commento:

Posta un commento