Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

domenica 31 maggio 2015

Al Via Il DARPA Robotics Challenge (5-6 Giugno 2015)

Nel DARPA Robotics Challenge si confrontano i team di sviluppo di automi(robot) in grado di assistere gli umani in caso di disastri, anche naturali.
Infatti dopo il disastro nucleare della centrale di Fukushima, la DARPA ha messo su questo contest per selezionare il robot migliore.
Nell'edizione 2015 in gara ci saranno 25 team(12 USA, 5 Giappone, 3 Corea Del Sud, 2 Germania, 1 Cina, 1 Hong Kong, 1 Italia), provenienti dai quattro angoli del globo per mostrare i progressi compiuti in questo ambito grazie a macchine sofisticate per hardware, software, sensori e interfacce di controllo.
L'evento andrà in scena il 5-6 Giugno in California.
Sarà la quarta edizione (il primo evento è datato 2012, con sede in Florida).
I robot saranno messi alla prova e saranno guidati dai team che li hanno progettati: nelle finali, gli automi dovranno compiere un circuito di prove consecutive e non sempre ci sarà il supporto del team di riferimento.
L'automa dovrà essere in grado anche di cavarsela da solo.
Nelle condizioni critiche infatti i parametri spesso saltano, ma è lì che si verificano anche le strategie dell’automa.


LE PROVE
Le prove saranno in tutto 8: 7 prestabilite ed 1 a sorpresa.
Come detto i robot saranno guidati dai creatori ma è previsto anche l'interruzione del supporto fisico quindi con l'automa che dovrà cavarsela da solo.
Ad ogni caduta o blocco del robot, la prova andrà ripetuta.
Verrà premiato il team che concluderà le prove nel minor tempo possibile.
Le prove sono:
1) Guidare un veicolo
2) Scendere da un veicolo
3) Aprire una porta
4) Localizzare e chiudere una valvola
5) Bucare un muro
6) Prova a sorpresa
7) Rimuovere o superare ostacoli
8) Salire le scale


AUTOMA ITALIANO
Come detto ci sarà anche un robot italiano(Walkman), precisamente ligure, progettato in collaborazione con il centro ricerche di Pisa.
Era la fine del 2013 quando il team di sviluppo ha iniziato a dar vita a Walkman, a partire dal disegno meccanico.
Tra le caratteristiche di Walkman, la rotazione a 180 gradi del busto e all’indietro delle braccia, l’assenza di motori nelle parti basse delle gambe, il movimento elastico dei giunti, il ridotto consumo di energia.
Alto 1 metro e 85 per 100 kg.
Soddisfazione per l’Istituto Italiano Tecnologia di Genova che, unico in Europa, partecipa all’evento su invito diretto del Darpa (dipartimento di difesa statunitense), e che può competere a un premio che per i primi tre progetti classificati metti in palio 3.5 milioni di dollari.
Certo, bisognerà guardarsi le spalle da una concorrenza che annovera ad esempio gli automi del Jet Propulsion Labs della Nasa.
A guidare il team italiano nella competizione californiana, ci sarà Nikolaos Tsagarakis, scienziato dell’istituto genovese e coordinatore del progetto secondo cui “il confronto con le altre squadre all’interno di uno scenario realistico è importante per verificare che ci stiamo muovendo nella direzione giusta.
La partecipazione alla DRC è solo uno dei nostri obiettivi, poiché in seguito ci confronteremo con altri scenari definiti insieme agli enti di Protezione Civile”.


GLI ALTRI AUTOMI
Sicuramente tra i favoriti due dei sette team che si sono affidati ad Atlas, robot sviluppato da una costola di Google.
Stiamo parlando di Running Man (Florida) ed Helios (Boston).
Curiosa la scelta della NASA che si è affidata a RoboSimian (specie di ragno) e quella dell'istituto di Bonn che ha programmato un centauro a 4 ruote(Momaro).

Nessun commento:

Posta un commento