Visualizzazioni Totali

TRA I PRIMI IN ITALIA A PARLARE DI BITCOIN (DAL 2012!): PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' TECNOLOGICHE DEL WEB SEGUITE LA PAGINA FACEBOOK (LINK A SINISTRA)

martedì 23 febbraio 2021

Come Fare Mining Di Bitcoin Senza Hardware (BTCST)

Sembrano essere passati secoli dai primi articoli sul mining (2013) che potrete leggere sul nostro blog: Minare Bitcoin Con BitForce SCMigliori Mining Pool e Software Di Mining Come Diventare Un Bitcoin Miner
Minare Bitcoin non è mai stato conveniente o almeno non lo è nell'immediato. Potrebbe esserlo in futuro, proprio perchè l'asset è volatile e ciò che mino oggi, un giorno, acquisterà un valore molto più elevato.
In realtà come detto il mining non era conveniente neppure agli albori: troppo spreco di risorse energetiche e alla lunga anche hardware bruciati (se non si utilizzano macchinari appositi).
Sicuramente però il mining porta grandi guadagni (altrimenti nessuno minerebbe) proprio perchè Bitcoin è un asset ad inflazione decrescente (ne saranno in circolo, al massimo 21 milioni di cui circa 3,5 milioni sono già andati persi).
Quindi cosa dovremmo fare? Rassegnarci? O comprare solo Bitcoin? Comprare sicuramente (per quanto non siano consigli finanziari) ma a livello di mining? Si può utilizzare una soluzione indiretta: ovvero il token BTCST.
BTC Standard Hashrate è un asset legato alla tokenizzazione dell'hashrate di Bitcoin, holdarlo permette di partecipare (indirettamente) al mining di BTC.

1 BTCST equivale a 0,1 TH / s (terahash al secondo) di potenza di mining per Bitcoin

Il progetto è stato lanciato da Binance in uno dei suoi launchpool, dove bloccando BNB, BUSD e BTC era possibile farmare il token (l'harvest era variabile, a seconda dei quantitativi bloccati).
Il farming del token è durata fino al 6 febbraio 2021 dove sono stati distribuiti in totale 40.000 BTCST, suddivisi tra i 3 pool disponibili.
PancakeSwap, allo stesso tempo, ha anche lanciato il pool di BTCST con una resa del 230/245% (questa resa è poi scesa al 140% perché Cake è aumentata di valore e gli APY dipendono appunto dal valore del token utilizzato nel pool).
Il token BTCST ha una supply totale di 1 milione ed è un token BEP20 quindi basato sulla Binance Smart Chain.
Il token può essere acquistato/venduto su Binance ovviamente (ma può essere comprato anche sui dex della BSC).
I possessori del token possono mettere in stake i loro BTCST e le ricompense di mining vengono ricevute quotidianamente: più token metto in staking, più satoshi riceverò dallo staking.


COME FUNZIONA
Dopo aver comprato BTCST, posso trasferirlo sull'indirizzo Bep20 di BTCST su Trust Wallet o Metamask (configurato con BSC) o utilizzare Binance Chain Wallet (è possibile utilizzare sempre lo stesso seed tra Trust e Binance Chain Wallet, avendo quindi sempre lo stesso indirizzo). 
Ovviamente avrò bisogno anche di BNB (Bep20). BNB serve per mettere in staking BTCST e ovviamente per fare il claim (i premi vengono aggiornati giornalmente ma consiglio di non fare il claim sempre. Anche se le commissioni BSC sono molto basse: circa 0,25 / 0,30 $).
Per effettuare lo stake di BTCST, basta andare sul sito ufficiale B.TC e poi su "dapp".
L'APY è variabile in base al valore di BTCST, per il momento varia dal 30 al 60% (considerando che il token nel giro di 1 mese è passato da circa 120 dollari a 230).
Qui abbiamo realizzato una guida passo passo per la Binance Smart Chain (con anche il passaggio dei token da Binance ai vari Wallet Bep20): Guida Completa Per La Binance Smart Chain (Autofarm, Beefy, Pancake, etc)
Conviene o non conviene? Chiaramente ognuno dovrebbe farsi i suoi conti. Il rendimento è ottimo ma ci si espone, oltre alla volatilità di BTC (satoshi guadagnati), anche a quella del token BTCST.
Ovviamente comprato ad un buon prezzo si tratta di un ottimo investimento, anche perchè il token BTCST potrebbe aumentare di valore nel tempo.
In ogni caso, prima di fare qualsiasi investimento, ricordo sempre di fare le proprie ricerche facendo sempre attenzione a non esporsi troppo (bisogna mettere in gioco solo ciò che si è disposti a perdere).


HARDWARE PER MINARE
Il mining classico viene effettuato ad esempio con macchine di Bitmain: in particolare Antminer S19 Pro (ma ci sono molti altri modelli).
Qui trovate alcuni modelli: Bitmain
Su CoinWarz è possibile calcolare se il mining è profittevole o meno. I dati da inserire sono:
-Hashrate (che è quello della mia macchina che uso)
-il suo Power Consumption (Watts)
-Costo dell'elettricità (che in Italia è circa 0,22 kWh)
-Pool Fee (che è di circa il 2%)
-Costo della macchina (circa 5,500/6,000 dollari ad oggi)
-Bitcoin Difficulty (che varia ogni 2 settimane): Network Difficulty
-Valore di Bitcoin in USD
-Bitcoin Block Reward (6,75)


A TE IL MINING NON INTERESSA? DAI UN'OCCHIATA QUI:

Nessun commento:

Posta un commento