Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

sabato 12 marzo 2016

I Droni Hackerati Tramite Maldrone, GPS e Jammer

Un ingegnere indiano, Rahulk Sasi, ha trovato un modo per violare il software dell’"AR Drone" di Parrot.
Il Malware, chiamato Maldrone, funziona solo se ci si trova in prossimità del Drone .
Una volta infettato il mezzo, il pirata informatico può ricevere le informazioni raccolte, ma anche prenderne il controllo.
Quella del rischio hackeraggio per i Droni non è una novità, specialmente negli Stati Uniti.
Infatti i Droni potrebbero essere dirottati per scopi più disparati, dal semplice furto ad altre azioni criminali.
I rischi connessi al loro utilizzo vanno dall’incidente dovuto a una caduta accidentale, fino all’invasione della privacy.
L’utilizzo di questi mezzi per scopi civili sta crescendo in maniera esponenziale e si prevede un vero e proprio boom nel prossimo futuro.
Il già citato Maldrone è in grado di cambiarne la destinazione facendolo sparire dalla vista del legittimo proprietario.
O peggio, prendendone i comandi per dirigerlo su obiettivi sensibili.
Fino, magari, ad essere utilizzato come un’arma.


ATTACCHI TRAMITE GPS
Nel 2011 invece il Drone militare americano “Sentinella” RQ-170 era stato “catturato” dall’esercito iraniano.
È atterrato, in condizioni perfette, senza autodistruggersi come previsto dalle procedure di emergenza e di sicurezza.
Gli iraniani spiegarono di essere riusciti ad ingannare il sistema di navigazione GPS del Drone, facendogli “credere” di trovarsi su un territorio amico e quindi di poter atterrare senza problemi.
La tecnica del “GPS Spoofing”, in pratica, sfrutta delle debolezza nella comunicazione tra il Drone e i satelliti, sebbene cifrate, per modificare le coordinate e il tempo.
Il povero Drone ingannato si è lanciato tra le braccia del nemico.


ATTACCHI TRAMITE JAMMER
Ovviamente anche tramite disturbatori di frequenze quali Jammer (per esempio il B97) è possibile abbattere i Droni.
In poche parole questi apparecchi, grazie alle varie bande a disposizione, inibiscono il funzionamento dei sistemi di localizzazione o il radiocontrolla a 2,4 GHZ.

Nessun commento:

Posta un commento