Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

domenica 25 dicembre 2016

Risparmiare Sulla Bolletta Elettrica? Basterà Usare DeepMind

DeepMind, sezione di Google dedicata all'Intelligenza Artificiale, ha sviluppato un nuovo sistema per abbattere i costi sulla bolletta dell'energia elettrica.
Grazie all'ottimizzazione degli algoritmi di gestione dei data center, Google è riuscita a risparmiare sui sistemi di raffreddamento, che solitamente richiedono un gran consumo di energia elettrica.
Grazie a questo sistema, la società californiana è riuscita così ad abbattere i consumi legati al raffreddamento del 40% e del 15% quelli complessivi.
Questo esperimento, decisamente riuscito, potrebbe cambiare definitivamente il funzionamento anche delle abitazioni che in futuro saranno sempre più connesse alla rete.
La stessa Google aveva realizzato un centro ad Hamina, in Finlandia, che per il raffreddamento sfrutta le acque del mare.
Società come Google, Microsoft e Amazon processano ogni giorno miliardi di dati, stipati tutti all'interno di enormi data center.
Gli strumenti posti all'interno dei data center utilizzano dei grandi sistemi di dissipazione per il raffreddamento (milioni di volte più grandi di quelli solitamente utilizzati nei computer di casa).
Del resto, ogni surriscaldamento produce calore e quindi consumo elettrico (si parla di oltre 4.000.000 MWh di energia, che corrisponde all'incirca al consumo energetico annuo di 320.000 abitazioni negli Stati Uniti).


ALGORITMO ANCHE PER I PRIVATI?
Gli studi portati avanti dalla società di Mountain View sono molto importanti perchè il sistema sviluppato dai laboratori Google potrà in futuro essere implementato anche nelle case di privati.
Grazie all'intelligenza artificiale sarà possibile gestire da remoto l'accensione e lo spegnimento del sistema di raffreddamento o programmare l'avvio della lavatrice.
Tutte piccole azioni che permettono di risparmiare sulla bolletta elettrica di casa.
Utilizzando DeepMind, come detto sono stati abbattuti i consumi dell'energia elettrica per la dissipazione del calore del 40%.
Ciò è stato possibile grazie alle tecnologie del machine learning: Google ha utilizzato i miliardi di dati raccolti dai propri sensori all'interno dei data center per permettere all'algoritmo di "migliorare" la gestione dell'energia elettrica in tempo reale.
L'algoritmo si adatta a seconda delle richieste dell'utente e permette di abbattere le bollette di casa.
E non solo quelle elettriche.
Infatti, grazie al Machine Learning, si potrà risparmiare sul consumo dell'acqua e ottimizzare il consumo energetico dell'intera rete nazionale.
Tecnicamente gli algoritmi dell'impianto non sono statici, ma si modificano a seconda dei dati che "girano" al momento.
Il risultato ottenuto consente di prevedere con accuratezza il carico di lavoro dei server e di dosare il raffreddamento quindi il consumo.

"È un passo in avanti straordinario", ha dichiarato la società alla guida di Big G, "che consentirà di migliorare enormemente l'efficienza energetica e ridurre le emissioni complessive di gas serra".
"Con tecnologie come DeepMind", ha affermato l'azienda, "possiamo usare l'apprendimento automatico per consumare meno energia e contribuire a rispondere a una delle sfide globali più grandi: il cambiamento climatico".

L'azienda di Mountain View è in contatto con alcune realtà dell'industria statunitense per utilizzare la loro tecnologia anche al di fuori dei data center di Google.

Nessun commento:

Posta un commento