Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

martedì 8 dicembre 2015

Conviene Passare A Windows 10? Vantaggi, Svantaggi e Requisiti Minimi

I possessori di Windows 7, 8 e 8.1 negli ultimi mesi si ritrovano continuamente popup e schermate Microsoft che permettono l'aggiornamento a Windows 10.
La domanda che tutti si pongono è: conviene aggiornare il sistema operativo?
Iniziamo col dire che la nuova versione del sistema operativo di Microsoft è disponibile da mercoledì 29 Luglio 2015.
La gratuità del sistema operativo è garantita per 12 mesi dal giorno del rilascio e dunque fino al 29 luglio 2016.
Dopodiché occorrerà comprare una licenza: i costi sono di 119 dollari per la versione Home e di 199 dollari per quella Pro.
Ecco allora che c'è un anno di tempo per prendere una decisione.


VERSIONI DI WINDOWS 10
La multinazionale di Redmond ne ha sviluppato 7: Windows 10 Home per i singoli consumatori, Windows 10 Mobile per smartphone e tablet, Windows 10 Pro per le aziende, Windows 10 Enterprise per le aziende di maggiori dimensioni, Windows 10 Education per insegnanti, studenti, personale amministrativo, dirigenti del mondo della scuola, Windows 10 Mobile Enterprise passando per Windows 10 IoT Core compatibile con altre piattaforme di sviluppo.


VANTAGGI
Windows 10 prende il meglio di Windows 7 e 8.1: insomma è una specie di "best of".
Dal punto di vista strettamente tecnico, avere a che fare con la release più recente del sistema operativo significa rimanere aggiornati con le più recenti funzionalità.
C'è una nuova interfaccia grafica, il pulsante START migliorato dall'8.1, l'assistente vocale Cortana, un avvio più veloce e il nuovo programma di navigazione Edge che si aggiunge ad IE 11 (niente IE 12 quindi).
Come per Chrome e Firefox, anche Edge (colui che in un primo momento veniva chiamato Spartan) supporterà le estensioni e sarà progettato in JavaScript utilizzando il motore Chakra di Microsoft col supporto di quello Trident per il rendering.
Edge verrà integrato in un secondo momento anche sui dispositivi mobile.
Per quanto riguarda Cortana, esso sarà in grado di adempiere a nuovi comandi disegnati per l’utilizzo su PC: dall’accesso a file specifici alla ricerca di un’applicazione precisa all'integrazione in Edge, sostituendosi qualora necessario alle classiche ricerche web.
Il sistema operativo è dotato di un riconoscimento biometrico, il che significa che tutti i possessori di dispositivi aggiornati possono effettuare il primo accesso attraverso scansione dell’impronta digitale o dell’iride.
"Hello", questo il nome del nuovo tool di tecnologie per la sicurezza ad personam.
E' stata introdotta una curiosa modalità "nota" per disegnare e prendere appunti direttamente sulle pagine web mediante stilo o tastiera, salvando il tutto all'interno di One Note.
All’inizio di quest’anno, Microsoft ha annunciato l’imminente disponibilità anche di applicazioni per ufficio multi-piattaforma tra cui Word, Excel, PowerPoint, Outlook che potranno essere installati su PC, tablet e telefoni
Anche Windows Store è stato unificato.
Significa che tutte le app del mondo Microsoft, indipendentemente dal fatto che siano per PC, tablet, smartphone o Xbox, saranno disponibili lì.
Tutte le versioni di Windows 10 giungeranno con una app preinstallata dedicata ad Xbox, in grado di rilevare automaticamente tutti i giochi presenti non solo nella nostra collezione Xbox, ma anche giocati su Windows 10.
Gli utenti saranno ora in grado di registrare le proprie sessioni di gioco tramite lo strumento Game DVR e di condividere le proprie esperienze direttamente sul Xbox network.
Inoltre sarà possibile giocare in multiplayer indifferentemente da PC o console grazie al sistema di server multi piattaforma integrato.
Come se non bastasse, potremo giocare in streaming qualsiasi gioco Xbox direttamente su desktop attraverso la semplice connessione a una linea Wi-Fi domestica.
Si consiglia di fare l'aggiornamento tramite il Media Creation Tool che compare e non con Windows Update.
Duole inoltre ricordare che trattasi di un aggiornamento non dovreste perdere nessun dato, visto che il sistema non sarà installato ex novo.
Per aggiornare il sistema operativo potrete seguire questa guida: Consigli Installazione Windows 10 (Answers Microsoft)


EVENTUALI RISCHI
Nei primi mesi, procedere con l'installazione immediata può presentare qualche rischio poiché non può essere noto l'impatto reale del nuovo software.
Per la verità, prima dell'aggiornamento, il rilevatore automatico garantirà quantomeno la piena compatibilità a livello di hardware (ram, schede video e quant'altro).
Per eventuali incompatibilità software e problemi hardware, il suggerimento è di attendere qualche mese, affinchè eventuali bug vengano risolti e l'upgrade sia il più stabile possibile.
I problemi più ricorrenti riguardano i driver audio, browser che crashano e il tasto START.
Ovviamente la buona riuscita dell'upgrade dipende dal vostro PC, per macchinari datati per il momento è sconsigliato, non foss'altro perchè Windows 10 è più "pesante" dei vecchi sistemi operativi quindi ha bisogno di una potenza di calcolo maggiore.
Ciò può comportare malfunzionamenti grafici, lentezza, crash ed ovviamente ventole perennemente accese.


REQUISITI MINIMI
Per installare Windows 10 sarà necessario che il computer in dotazione risponda a questi requisiti minimi:
1) Processore: 1 gigahertz (GHz) o superiore
2) RAM: 1 gigabyte (GB) (per sistemi a 32 bit) o 2 GB (per sistemi a 64 bit)
3) Spazio libero sul disco rigido: 16 GB
4) Scheda video: acceleratore grafico compatibile almeno con DirectX 9 e driver WDDM
5) Riguardo Windows 7, la CPU dovrà supportare anche gli standard PAE, NX e SSE2.
Con PAE (Physical Address Extension) si identifica quello strumento che permette ai processori a 32 bit di riconoscere e utilizzare più di 4 GB di memoria RAM.
NX (No eXecute, “Non eseguire”) è una strategia software che permette al processore di riconoscere e, per l'appunto, non eseguire stringhe di codice malevolo o infettato da virus.
SSE2, infine, è un set di istruzioni per il processore, introdotto da Intel nel 1999 e utilizzato sempre più spesso da produttori terzi di applicativi e software.
Si può scaricare Upgrade Assistant (Download) e verificare se il proprio computer con Windows 7 possa supportare Windows 8 o Windows 8.1: in caso affermativo, il computer supporterà automaticamente anche Windows 10.
6) Infine, banale dirlo, serve una connessione a Internet.


E SE L'INSTALLAZIONE ANDASSE MALE?
Dopo aver aggiornato a Windows 10, l'utente ha 30 giorni di tempo per tornare al sistema precedente.
Ci vorrà un po' di tempo prima di acquisire la giusta confidenza, ma il passaggio sarà prima o poi necessario.
Il supporto(aggiornamenti) ai vecchi sistemi operativi sarà comunque garantito sino al 2017 (Vista), 2020 (Win 7) e 2023 (Win 8.1).


MACCHINA VIRTUALE
L'utilizzo di una virtual machine, infine, permetterebbe di testare direttamente la nuova release del sistema operativo Microsoft anziché affidarsi a dei test indiretti o ad installazioni che potrebbero portare a problemi.
Sarà sufficiente creare una macchina virtuale sulla quale montare l'ISO di Windows 10 .
In questo modo si potranno testare le nuove funzionalità e vedere se il proprio processore sarà in grado di supportarle o meno.

Nessun commento:

Posta un commento