Visualizzazioni Totali

IL MIGLIOR BLOG TECNOLOGICO DEL WEB: PER ESSERE SEMPRE AGGIORNATI SULLE NOVITA' DEL BLOG DA OGGI CI TROVATE ANCHE SU FACEBOOK! (LINK A SINISTRA)

domenica 6 marzo 2016

Mappa Del CyberCrimine Sul Deep Web (Rapporto Clusit e Trend Micro 2016)

Secondo le stime del Rapporto Clusit 2016, il volume d'affari globale del Deep Web oscilla tra i 300 mila e i 500 mila dollari al giorno (35 market più grandi).
Per rendere l'idea Silk Road nel 2012 faceva girare 22 milioni di dollari l'anno (poco più di 60mila dollari al giorno).
Affari in espansione diffusi un po' in tutto il mondo e che sta anche attraversando una fase di divisione internazionale del lavoro criminale.
La tendenza emerge dal libro bianco appena pubblicato da Trend Micro.
Come tutti saprete il Deep Web è lo strato della rete internet in cui si concentrano attività illegali come l'acquisto di armi, di droga, il traffico di documenti falsi, la vendita di virus, botnet e quant'altro.
I ricercatori di Trend Micro hanno monitorato per anni l'economia sommersa e nascosta grazie a Tor.
E sono giunti alla conclusione che i mercati sotterranei principali, quelli di Russia, Cina, Germania, Stati Uniti, Canada, Brasile e Giappone, variano sensibilmente.
Ciascun Paese è connesso a tutti gli altri ma ognuno è "specializzato" in qualcosa.
In Russia, per esempio, va per la maggiore la vendita di dati rubati (carte di credito in primis).
Pare che ci siano ottimi rapporti con la Germania, la collaborazione sotterranea tra i due Paesi sarebbe confermata, tra le altre cose, anche dalla presenza di fenomeni di cross-advertising.
Il mercato cinese, invece, offre soprattutto Hacker ed Hacking Tool.
Negli Stati Uniti c'è una maggiore specializzazione nell'offrire i servizi più pericolosi, compresi gli omicidi su commissione.
In Canada, al contrario, l'underground criminale della Rete non ha ancora raggiunto una marcata specializzazione, ma si concentra sulla vendita di documenti d'identità contraffatti, patenti di guida false e dati finanziari rubati.
Invece i giapponesi sono quelli più "criptici": tanti forum rivolti esclusivamente a utenti di lingua nipponica, che per di più comunicano in codice.
L'anonimato è protetto con un'attenzione maniacale e i fornitori fanno tutto il possibile per tenere a bada la sorveglianza.
In Brasile invece non ci sono grandi numeri ma si può trovare un po' di tutto.
Spostandoci invece in Inghilterra pochi giorni fa è stato arrestato PlutoPete (Peter Ward) uno dei grandi venditori di droga che fece la fortuna di Silk Road.
5 anni e 2 mesi di carcere.
In Italia non è possibile parlare di specializzazione a livello di mercato, anche perchè per quanto riguarda Market e Forum c'è ben poco in giro.

Nessun commento:

Posta un commento